«Risse e ritrovo di pregiudicati», il questore chiude il bar Mir Mar

Uno degli ultimi interventi nei pressi del Mir Mar

Ennesimo locale chiuso dal questore Pietro Ostuni. Questa volta è toccato al bar Mir Mar alla rotonda della Lupa. «Qui - come fatto sapere dalla questura - si riuniscono pregiudicati. Lo hanno appurato i poliziotti durante i numerosi controlli e interventi anche per liti, risse, persone moleste: almeno quattro le volte in cui si è resa necessaria la presenza della polizia tra giugno e agosto». E ancora: «fra le persone identificate molte di queste avevano precedenti penali o di polizia per spaccio di droga, violenza privata, lesioni aggravate, truffa ed estorsioe», fanno sapere da viale Malta. Alla luce della situazione il questore ha applicato l'articolo 100 del Tulps (testo unico leggi pubblica sicurezza) e il bar rimarrà chiuso per dieci giorni a partire dal 16 settembre.  L'articolo 100 del Tulps dispone che la misura di pubblica sicurezza della sospensione della licenza può intervenire in caso di “tumulti o gravi disordini”, oppure “qualora il locale sia abituale ritrovo di persone pregiudicate o pericolose” o, comunque, se il comportamento costituisca “un pericolo per l’ordine pubblico, per la moralità pubblica e il buon costume o per la sicurezza dei cittadini”. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una coop creata per truffare lo Stato e fare soldi, 135 dipendenti senza contributi: scoperta maxi evasione

  • Si pente della droga e in confessione ne lascia un chilo e mezzo al parroco

  • Rapinato e picchiato sotto casa

  • Piacenza e provincia: gli eventi da venerdì 18 a domenica 20 ottobre

  • Cade e batte la testa su una lamiera, grave una donna

  • Lo abbraccia e lo rapina del Rolex da 30mila euro

Torna su
IlPiacenza è in caricamento