rotate-mobile
Cronaca Rivergaro

Rivergaro, spende 100 euro falsi: 39enne agli arresti domiciliari

Fermata dai carabinieri una 39enne piacentina: aveva pagato con delle banconote false in un bar. I militari hanno trovato 7 banconote false da 50 euro

Ha cercato di spendere due banconote da 50 euro false, ma è stata fermata e arrestata dai carabinieri. E’ accaduto ieri a Rivergaro, dove i carabinieri della stazione, hanno fermato l’auto con a bordo la presunta spacciatrice di banconote, una piacentina di 39 anni. I carabinieri hanno ritrovato in totale 7 banconote da 50 euro. La donna, questa mattina 6 maggio, è stata processata per direttissima davanti al giudice Italo Ghitti, pm Antonio Rubino. La donna, accusata di spendita di banconote false e truffa, è finita agli arresti domiciliari, mentre il processo si svolgerà fra una settimana. I militari di Rivergaro erano stati avvertiti dai proprietari di un bar pizzeria e di una tabaccheria di Cassolo. Mentre una delle banconote è stata accettata al bar e lei ha ricevuto il resto - «è stata convalidata dalla macchinetta per il controllo» ha detto la donna - il tabaccaio invece ha avuto sospetti. Chiamati i carabinieri, i militari hanno fermato l’auto segnalata, arrestando la donna. Indosso aveva quattro banconote, in casa i carabinieri ne hanno trovate altre tre.

Difesa dall’avvocato Daniela Pellizzari, la 39enne ha detto che quel denaro le era stato consegnato come pagamento per la vendite di un mobile e che lei non sapeva fosse falso. Il giudice ha convalidato l’arresto e disposto gli arresti domiciliari perché potrebbe esserci il rischio di reiterazione del reato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rivergaro, spende 100 euro falsi: 39enne agli arresti domiciliari

IlPiacenza è in caricamento