rotate-mobile
Cronaca

«Maestro di vita ancor prima che maestro di judo e poliziotto della vecchia guardia»

«Ci lascia un collega di grande spessore umano e professionale». Con queste parole il sindacato di polizia Siap di Piacenza commenta la tragica scomparsa di Romolo Golino, l'ex poliziotto piacentino di 86 anni morto la sera del 14 gennaio a causa di una caduta accidentale nel cortile della palestra della scuola Due Giugno in via Sanzio. Golino era stato anche atleta cintura nera di judo per la polizia, e per tanti anni aveva fatto l'istruttore di difesa personale alla scuola allievi agenti di Piacenza. 
«Uno di quei colleghi che hanno lasciato un segno indelebile - scrive il Siap - un maestro di vita ancor prima che maestro di judo e poliziotto della vecchia guardia. Era un caro collega, quando lo vedevi non potevi che sorridere e abbracciarlo con affetto. Lo ricorderemo sempre, ne sono certo, anche perché ogni volta che andremo alla scuola di polizia vedremo quel monumento che aveva fatto in memoria dei colleghi e oggi sarà simbolo anche del suo ricordo. A nome mio personale e di tutto il Siap dell'Emilia Romagna, formulo le più sincere condoglianze alla famiglia».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Maestro di vita ancor prima che maestro di judo e poliziotto della vecchia guardia»

IlPiacenza è in caricamento