Ruba whisky ma paga l'acqua, arrestato dopo l'ennesimo furto: non doveva più essere in Italia

In manette per l'ennesima volta un marocchino di 32 anni clandestino e con molti precedenti per furto. E' stato bloccato all'Esselunga di via Conciliazione dai carabinieri del Radiomobile. Non aveva ottemperato al decreto di allontanamento dall'Italia per esigenze di pubblica sicurezza notificatogli il 22 marzo

Clandestino, senza fissa dimora né un'occupazione stabile con una sfilza di precedenti penali (e condanne) per furto e con un decreto di allontanamento dal territorio nazionale notificato il 22 marzo e mai ottemperato. Lo hanno arrestato, per l'ennesima volta, i carabinieri del Radiomobile nella giornata dell'8 maggio all'Esselunga di via Conciliazione. Protagonista della vicenda un marocchino di 32 anni che nello zaino aveva nascosto cinque bottiglie di Jack Daniel's per pagare invece una bottiglia d'acqua e un succo di frutta per un totale di 1,41 euro. Pensava di non essere visto e invece è stato bloccato dalla vigilanza che lo ha consegnato ai militari. Le bottiglie di whiskey sono state restituite al supermercato. E' stato portato al comando provinciale di via Beverora dove hanno scoperto il suo curriculum. Verosimilmente l'uomo si trova in Italia dal 2013 quando è stato condannato per un furto in abitazione dal tribunale di Bergamo, nel 2017 è stato denunciato a Bolzano sempre per furto, nel 2017 invece è stato arrestato a Piacenza dove aveva rubato una bici e alcuni oggetti da un'auto in sosta, fino ad ad arrivare al 22 marzo quando gli è stato notificato su decisione del prefetto di Milano un decreto di allontanamento dal territorio nazionale entro 10 giorni per esigenze di pubblica sicurezza. Il provvedimento ovviamento non è stato ottemperato e il 28 aprile è stato per lui disposto un divieto di dimora nel comune di Milano in seguito ad un  furto all'Esselunga di Crescenzago per il quale era stato arrestato. L'8 maggio l'ultimo colpo e l'arresto. Sarà processato per direttissima. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

Torna su
IlPiacenza è in caricamento