menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sabato al Nicolini il concerto di primavera dell’orchestra di musicoterapia MusicAlia

Un’orchestra "speciale" che sviluppa potenzialità relazionali, emotive e cognitive a giovani con diverse patologie e fragilità

Sabato 14 maggio 2016 alle 16 presso la Sala del Conservatorio Nicolini di Piacenza si terrà il concerto dell’orchestra MusicAlia di Piacenza. In programma: Wiegenlied - J.Brahms, In un mercato persiano - A. Ketelbey, Quadri di un'esposizione - M. Mussorgsky. MusicAlia è un’orchestra ‘speciale’, formata da giovani con diverse patologie e fragilità, affiancati da professionisti musicisti e psicologi. L’attività di musicoterapia nella nostra a Piacenza è attiva da sette anni grazie al progetto “Tutta un’altra musica”, che ha quali esperti educatori piacentini che dopo tre anni di lezioni teoriche e pratiche hanno conseguito il diploma finale di un Master presso il Centro Esagramma di Milano. Nella nostra città sono terminati due percorsi triennali per tredici ragazzi con autismo e disabilità e quest’anno sono coinvolti altri sette giovani.

L’orchestra sinfonica Esagramma di Milano sette anni fa a Piacenza, in occasione dell’inaugurazione della rinnovata Galleria Alberoni, era stata protagonista di un concerto di grande risonanza. In quell’occasione Mons. Pierangelo Sequeri, docente di Estetica Teologica a Brera e Presidente di Esagramma, fece anche una riflessione sulle potenzialità formative dell’arte, della bellezza e della musica. In seguito la grande sensibilità di Angiola Bertuzzi, madre di un ragazzo disabile e Presidente della Cooperativa Assofa per molti anni, unita alla sensibilità di Gianna Arvedi, allora Preside del Liceo Classico M. Gioia di Piacenza e al sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano, portarono ad avviare il progetto “Tutta un’altra musica” strutturato su un percorso triennale, seguito da un biennio di perfezionamento orchestrale: il ragazzo preso in carico dall’equipe di esperti è accompagnato nel triennio secondo una metodologia strutturata.

Come detto l’Orchestra MusicAlia è formata da ragazzi con disabilità e fragilità psichiche, musicisti professionisti, educatori e volontari. La musicoterapia orchestrale favorisce il benessere della persona e lo sviluppo delle sue potenzialità relazionali, emotive e cognitive.Il repertorio musicale cui si attinge è quello della musica cosiddetta “colta”, che ha grandi potenzialità in termini di rielaborazione dell’orchestrazione. Gli strumenti sono quelli classici: archi (violini, violoncelli, contrabbassi), percussioni (marimba, glokenshpiele, timpani, gran cassa), piccole percussioni (triangolo, maracas, tamburello, legnetti), arpe. Il pianoforte accompagna e conduce l’orchestra, i fiati dei musicisti professionisti colorano i brani musicali.

In questi anni gli allievi hanno fatto rilevanti conquiste e la metodologia MTO ha portato a notevoli risultati, non solo dal punto di vista del comportamento e competenze musicale, ma anche da punto di vista riabilitativo.MusicAliatondo-2 La dimensione collettiva del gruppo vissuta attraverso l’esperienza della musica, fa sì che il ragazzo con disabilità e autismo ottenga preziosi traguardi relazionali e personali: la musicoterapia diventa un percorso abilitante alla società e alla socialità.Il vissuto emotivo dell’esperienza musicale determina infatti una ‘risonanza’sulla sfera identificativa e personale, rendendo possibili piccole conquiste quotidiane per vivere e abitare la società attraverso la musica. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento