menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
l'arrestato

l'arrestato

San Nicolò: vede un ladro d'auto dalla finestra, chiama il 112 e lo fa arrestare

Grazie all'occhio lungo di un cittadino i carabinieri hanno arrestato un ladro di auto a San Nicolò: in manette un marocchino di 35 anni già noto alle forze dell'ordine

Grazie all'occhio lungo di un cittadino i carabinieri hanno arrestato un ladro di auto. È successo nella tarda serata del 19 febbraio a San Nicolò. Un residente affacciato alla finestra della sua abitazione ha visto un uomo ubriaco armeggiare vicino ad una Citroen C3 parcheggiata sulla via Emilia e ha immediatamente chiamato il 112. I militari della stazione di Borgonovo sono arrivati pochi minuti dopo cogliendo il ladro sul fatto: questo appena li ha visti se l'è data a gambe fino in via Alicata dove ha tentato invano di nascondersi tra le auto parcheggiate. Si tratta di un marocchino di 35 anni con diversi precedenti penali e già noto alle forze dell'ordine che ha detto ai militari di essere ospite del fratello a Rottofreno. È stato quindi arrestato per tentato furto aggravato: era già riuscito ad entrare nella Citroen e a rompere il motorino di avviamento nel tentativo di metterla in moto, dopo aver forzato la portiera e aver causato altri danni alla carrozzeria dell'auto. Nelle tasche i militari gli hanno trovato pochi spiccioli, un paio di occhiali da sole, una chiavetta usb e un profumo. Difeso dall'avvocato Marianna Lauria, è comparso davanti al giudice Sara Marchetta, nella mattinata del 20 febbraio. Il pm Sara Marchetta ha chiesto, e ottenuto, la custodia cautelare in carcere in attesa del processo rinviato al 26 febbraio, dopo che il difesore ha chiesto i termini a difesa. 


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento