menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

San Pietro in Cerro, sopralluogo di Calza: «Interverremo sulla viabilità»

Promessi dal vicepresidente della Provincia con delega ai lavori pubblici alcuni interventi per rendere più sicuro il transito dei veicoli

Verrà reso più sicuro il transito dei veicoli nell’abitato di San Pietro in Cerro. Questo l’esito dell’incontro svoltosi nei giorni scorsi tra il Sindaco del Comune Manuela Sogni e la Vice Presidente della Provincia Patrizia Calza. Poiché l’Amministrazione Provinciale aveva deciso di destinare un importo di 50.000 euro per adeguamento della segnaletica orizzontale e verticale sulle strade provinciali comprese nel territorio del Comune, si é concordato di finalizzare l’utilizzo della somma per realizzare interventi di tipo puntuale. “ In particolare“, commenta Patrizia Calza , “si è deciso di intervenire su due intersezioni teatro di numerosi incidenti.  All’incrocio tra la S.P. 41, via Villanova e via Mascagni  verrà posizionato  un impianto semaforico a ciclo attuato con sensori di traffico costituiti da spire elettromagnetiche annegate nella pavimentazione e disposte sui quattro rami di accesso all’intersezione. Ciò allo scopo di eliminare situazioni di pericolo derivanti dalla conflittualità delle traiettorie dei veicoli pesanti a causa della sfavorevole geometria della intersezione e della presenza di edifici che limitano fortemente la visibilità reciproca dei veicoli in transito”.

Nel contempo, all’incrocio tra la  S.P. 462R di Val d’arda e la S.P. 41 di San Pietro si interverrà  a livello di segnaletica soprattutto orizzontale. Verrà imposto l’ obbligo di arresto a chi è diretto al centro di San Pietro  provenendo dalla S.P. 462 , per evitare i conflitti con i veicoli in svolta sulla S.P. 41. Entrambe le soluzioni saranno sperimentate per un congruo periodo di tempo, per poter poi, intervenire con eventuali modifiche migliorative  relative ai tempi di attesa , per quanto concerne il primo intervento e, per riposizionare la linea di arresto, qualora apparisse opportuno, nel secondo caso.

Al sopralluogo erano presenti anche l’Ingegnere Stefano Pozzoli, e i tecnici Guglielmo Pozzi e Luigi Rivi della Provincia, così come l'Architetto Paolo Cremona per il Comune di San Pietro.

s.pietro foto. 1-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento