San Raimondo, la prima scuola dell’infanzia bilingue a Piacenza

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

Con il prossimo Anno Scolastico 2016/2017 la Scuola dell’Infanzia San Raimondo propone alle famiglie l’opportunità di scegliere un percorso bilingue con docente madre lingua inglese. Il percorso proposto vuole essere inteso come un arricchimento dell’offerta formativa dell’asilo S.Raimondo; ne consegue che verranno adottati e rispettati gli stessi principi e le stesse modalità educative. Per quanto riguarda l’apprendimento della lingua inglese, la “full immersion” che caratterizza questo percorso è utile ad un apprendimento rispettoso dei tempi del bambino che viene quotidianamente sottoposto allo stimolo della seconda lingua, sia nella routine quotidiana, sia nei momenti di gioco e di svago. Così, all’interno del tradizionale percorso, sarà possibile per chi desidera iscriversi, svolgere il programma annuale, secondo le linee guida della scuola, in lingua inglese. Tutti i giorni, da lunedì a venerdì dalle 8,30 alle 12,30.

Perché proporre l’inglese ai bambini? Perché nella fascia d’età 3/5 anni è più facile apprendere una seconda lingua, il loro cervello è più ricettivo, duttile e predisposto all’assimilazione e memorizzazione, rendendo il processo di apprendimento più naturale e spontaneo rispetto all’età adulta. Inoltre a questa età si acquisiscono più facilmente una corretta pronuncia ed intonazione, perché i bimbi sono più sensibili ai processi di riconoscimento, ripetizione e memorizzazione dei suoni senza portare con sé le inibizioni e le paure degli adulti sulla possibilità di sbagliare. L’apprendimento di una seconda lingua comporta numerosi benefici per lo sviluppo intellettivo ed emotivo del bambino:  migliora le capacità di ascolto e comprensione, stimola e potenzia la memoria, la concentrazione e aumenta l’attitudine al problem solving, oltre a far acquisire una mentalità aperta al confronto e alle differenze. E’ da evidenziare anche che questa possibilità accresce la consapevolezza della propria lingua attraverso la comparazione delle strutture e delle regole da utilizzare, migliorando il controllo sulla pronuncia della lingua madre.

Torna su
IlPiacenza è in caricamento