Sassi Neri, l'Ordine degli Architetti lancia un concorso di idee per tornare all'antico splendore

La drammatica situazione di Farini è nelle attenzioni anche del Consiglio direttivo dell'Ordine degli Architetti di Piacenza che ha annunciato in tempi brevi l'avvio di un concorso di idee mirato a restituire lo smalto pre-alluvione alla zona Sassi Neri

I Sassi Neri prima e dopo l'alluvione (foto pagina Facebook Proloco Farini)

Farini è stato uno dei paesi della Valnure più colpiti dall'alluvione della notte del 13 e 14 settembre. Secondo il rapporto stilato dalla Caritas diocesana ha avuto sei abitazioni inagibili o distrutte e dieci danneggiate oltre le strutture parrocchiali. E’ poi andato completamente distrutto quel complesso di elementi che sul lungo Nure era il fiore all’occhiello della borgata: il campo da calcio, la strada panoramica e l’eccezionale colpo d’occhio costituito dal bacino d’acqua dei Sassi Neri. 

ordine architetti-2La drammatica situazione è nelle attenzioni anche del Consiglio direttivo dell’Ordine degli Architetti di Piacenza che ha annunciato  in tempi brevi l’avvio di un concorso di idee mirato a restituire lo smalto pre-alluvione alla zona Sassi Neri. «Con questa iniziativa - ha dichiarato il presidente Giuseppe Baracchi - vogliamo renderci utili attraverso progettualità che possano riportare il Lungonure di Farini alla situazione precedente la disastrosa alluvione, lanceremo il concorso quando il Comune avrà le risorse finanziarie per l’opera. «La sistemazione entro l’estate dei “Sassi neri” - evidenzia il sindaco Antonio Mazzocchi -  è importante per il nostro territorio che vive di turismo; accolgo quindi con grande favore questa importante disponibilità dell’Ordine degli Architetti. «La zona Sassi Neri è uno dei nostri obiettivi pressanti e  spero di riuscire a rispettare questa promessa. Abbiamo lavorato tanto, con le istituzioni e i volontari - ma continua Mazzocchi  parlando dello stato attuale degli interventi sul territorio comunale - sono   preoccupato perché siamo in ritardo causa i tempi legislativi e burocratici. Si  va verso una stagione molto pericolosa per un territorio ora completamente privo di difese. Speriamo che le procedure di gara appalti possano velocizzarsi il più possibile. A margine della conferenza stampa il presidente Baracchi ha annunciato per il prossimo 30 novembre la presenza dell’architetto Renzo Piano per una conferenza nella sede dell’Ordine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento