Gerbido, trovati resti di galline torturate e amputate di ali e testa

Galline uccise con un coltellaccio da cucina, decapitate, amputate delle zampe e delle ali, contornate da misteriosi ceri e da altri simbolici. Due ritrovamenti in città. Riti propiziatori?

Galline uccise con un coltellaccio da cucina, decapitate, amputate delle zampe e delle ali, contornate da misteriosi ceri e da altri simbolici e misteriosi particolari. E' davvero inquietante lo scenario che ieri mattina si è presentato per ben due volte agli agenti della questura, che hanno ritrovato in due punti della città i resti di quello che potrebbe apparire come un rito magico o propiziatorio.

SCENA MACABRA - Difficilmente qualcosa di riconducibile al momento - secondo la questura - all'ambiente satanico, ma tuttavia abbastanza particolare da convincere la squadra mobile ad andarci a vedere a fondo. Il primo ritrovamento dei resti di una gallina uccisa è avvenuto ieri mattina presto nei pressi della rotonda all'incrocio con strada Nizzolaro, a Gerbido. Qui alcuni residenti di passaggio in auto hanno notato quelle stranezze per terra e hanno chiamato il 113. Sul posto la volante e la scientifica che ha fotografato i resti di due galline (una bianca e una rossa) che erano state decapitate e amputate delle zampe e delle ali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

SANGUE VICINO ALLE GALLINE - Vicino, anche una ciotola di porcellana con dentro del sangue, e tutto intorno dei piccoli ceri e dei sigari spenti. Emblematica anche la presenza di due piatti con della crusca. Stesso scenario (con una gallina morta invece di due) all'incrocio tra via Portapuglia e via dell'Orsina: anche in questo caso, oltre alla carcassa del volatile e ai suo resti sparsi lì intorno, c'erano le candele, i sigari, la ciotola con il sangue e e la crusca. Gli agenti hanno fotografato tutto, e ora gli atti sono al vaglio degli esperti della squadra mobile che però al momento escludono quasi sicuramente la matrice satanista.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Come non sporcare la mascherina con il trucco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento