Scarpa a Rota: "Non tutti sono stati coinvolti per Expo"

Riceviamo e pubblichiamo l'intervento di Federico Scarpa

"Anch’io sono andato a Expo e anch’io ho notato la marea umana bella e allegra, proprio come la bellissima fiera di Borgonovo. Intendiamoci, avvisi di garanzia e ritardi clamorosi nella consegna di diverse strutture, possiamo dire che la pubblicità nata attorno a Expo farà senz’altro bene al Made in Italy enogastronomico nostrano unitamente al turismo sviluppato molto bene con iniziative di marketing ben curate. Il problema vero è se il Paese Italia saprà cogliere tale opportunità ed agire di conseguenza. L’intervento del Presidente Alberto Rota, che ringrazio, merita una risposta immediata in un modo che qualcuno non pensi di piantare bandierine sul marketing territoriale a priori. E’ vero, anche per una volta ci eravamo illusi che dopo l’incontro in Provincia alla firma dell’Accordo per Expo 2015 si sarebbe creata una nuova atmosfera nei rapporti tra Categorie Economiche e Pubblica Amministrazione, purtroppo l’illusione è durata poco, il grande stratega imposto da Bracco e Sala e supinamente accettato dai nostri nostrani Industriali ha mostrato il vero volto e cioè non coinvolgere tutti coloro che avevano sottoscritto il patto.

Caro Presidente, avremmo  modo di parlare ancora di ATS di Silvio Ferrari, del ruolo di Confindustria e soprattutto dell’atteggiamento del Comitato di indirizzo che certamente non ha brillato di imparzialità. Caro Rota, il progetto di marketing territoriale è già pronto, si deve solo aggiornare e le istituzioni debbono fare in modo che tutti possano dare il proprio contributo a prescindere. Credo anche che sia ora di riprendere con cura quanto già evidenziato dal Vice Sindaco Timpano circa il ruolo che dovrò avere Piacenza Expo nei riguardi del marketing territoriale e turismo, è in quella sede che si dovranno portare tutte le proposte e trovare in quella sede le risposte. L’abile tessitore non vorremmo che arrivasse dalla Persia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento