Scende dal treno con un etto e mezzo di hascisc e trova i carabinieri: arrestato

Un 20enne pugliese ma residente a Piacenza da anni è finito in manette nella giornata del 9 ottobre. Ad arrestarlo per detenzione di droga ai fini di spaccio i carabinieri di Rivergaro. E' stato bloccato alla stazione di piazzale Marconi

Immagine di repertorio

Un 20enne pugliese ma residente a Piacenza da anni è finito in manette nella giornata del 9 ottobre. Ad arrestarlo per detenzione di droga ai fini di spaccio i carabinieri di Rivergaro, guidati dal luogotenente Roberto Guasco. E' comparso in tribunale per la direttissima difeso dall'avvocato Antonino Rossi. Il processo è stato rinviato, l'arresto convalidato e il legale ha chiesto i termini a difesa. Il giovane era appena sceso da un treno proveniente da Milano e ha destato il sospetto dei militari che lo hanno fermato e perquisito. Addosso aveva un etto e mezzo di hascisc in panetti e di ottima qualità: più di mille le dosi che potevano essere ricavate dallo stupefacente. Probabilmente era appena andato a rifornirsi. E' stato portato al comando provinciale e al termine degli accertamenti è stato arrestato Si tratta dell'ennesimo arresto per droga della stazione carabinieri di Rivergaro. Ora si trova ai domiciliari in attesa del processo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento