Sciopero Seta, i sindacati: «Protestiamo per una maggior manutenzione e sicurezza»

«Lo sciopero punta a rivendicare una maggior manutenzione dei mezzi e più sicurezza, il premio di risultato del 2014 e un aggiornamento del piano industriale. Inoltre, i dipendenti chiedono l'assunzione e la trasformazione dei contratti da tempo determinato a tempo indeterminato e relativi trattamenti economici e normativi dei nuovi assunti»

Si scaldano i motori dello sciopero che venerdì 11 settembre vedrà incrociare le braccia a tutto il personale della società del trasporto pubblico locale Seta, operante nelle provincie di Piacenza, Reggio Emilia e Modena. Lo sciopero, proclamato dalle organizzazioni sindacali rappresentative in azienda, sarà di 4 ore al termine del turno. In una nota, i sindacati che hanno proclamato la protesta (Filt Cgil, Cisl Reti, Uiltrasporti, Faisa e Ugl) hanno spiegato come i rapporti siano peggiorati dopo la mancata partecipazione di Seta all’incontro convocato alla Prefettura di Bologna il 10 giugno scorso:

«Siamo di fronte - si legge nella nota - all’assoluta indisponibilità a prendere in considerazione le richieste dei lavoratori e dei loro rappresentanti. La proclamazione di una prima azione di sciopero è stata l'unica strada da seguire di fronte alla chiusura di Seta. I lavoratori dipendenti di Seta "vogliono evidenziare il clima di malessere generato dalle reiterate azioni unilaterali che la dirigenza aziendale continua a mettere in atto”. Lo sciopero punta a rivendicare "una maggior manutenzione dei mezzi e una maggior sicurezza, il premio di risultato del 2014 e un aggiornamento del piano industriale. Inoltre, i dipendenti chiedono l'assunzione e la trasformazione dei contratti da tempo determinato a tempo indeterminato e relativi trattamenti economici e normativi dei nuovi assunti"».

«Seta ha una dimensione interprovinciale - continuano i sindacati - ma nonostante questo prosegue in logiche aziendali che definire di un basso provincialismo è dire poco. Occorre uscire dalla logica campanilistica di Seta e guardare meno alle poltrone – aggiunge Floriano Zorzella, da poco eletto segretario generale Filt Cgil di Piacenza, anche a nome dei rappresentanti sindacali delle altre organizzazioni al termine di una assemblea – il prodotto di questa attitudine sono mezzi vecchi, in media, di 13 anni a fronte di una media europea di 6. Se ognuno coltiva solo e soltanto le singole specificità provinciali, senza avere una visione aziendale d'insieme, questo è il risultato. Nei volantinaggi che stiamo facendo in questi giorni – prosegue Zorzella – i cittadini segnalano come i mezzi siano malmessi».

«Di certo la crisi economica - conclude la nota - ha prodotto pesanti tagli alle risorse destinate alle aziende di trasporto pubblico locale: alcune sono già fallite, altre sono in liquidazione, molte hanno dovuto ridurre i servizi e le manutenzioni, con meno corse, mezzi vecchi e più sporchi, minore sicurezza e pulizia. Lavoratori e utenti hanno gli stessi interessi e sono uniti dalla necessità di avere nelle nostre città aziende più moderne, più grandi e meglio gestite per un servizio di trasporto pubblico efficiente, efficace ed economico. Chiediamo alla dirigenza aziendale di Seta di modificare il proprio atteggiamento di chiusura e che vengano ripristinate corrette relazioni sindacali».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per quanto riguarda il Servizio Urbano anche a Piacenza lo sciopero riguarderà, venerdì 11 settembre, le corse degli autobus dalle ore 17,30 (verranno garantite le corse in partenza dalle 17,15) fino a fine turno. La protesta investirà anche il servizio suburbano ed extraurbano (garantite le corse in partenza fino alle ore 17,00) mentre impiegati e operai incroceranno le braccia le ultime due ore del turno.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Piacenza usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Annega nel Po per salvare il suo cane finito in acqua

  • Quattro feriti nello scontro sulla via Emilia

  • Rischia di annegare nella piscina di casa, salvata

  • Bonus covid ai parlamentari, la piacentina Murelli accusata dai giornali replica «No comment»

  • Bonus Covid da 600 euro ai parlamentari, la Lega sospende il deputato piacentino Elena Murelli

  • Precipita dal balcone di casa nella notte, grave 30enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento