Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Monticelli d'Ongina / Località San Nazzaro

Anche un ecoscandaglio sul Po per cercare il 32enne scomparso

Carabinieri e volontari di Protezione civile sono impegnati su un'imbarcazione lungo la sponda Piacentina del Po

Si cerca anche con un ecoscandaglio lungo la sponda piacentina del Po per individuare l'auto del 32enne scomparso da casa, a Castelvetro, nel pomeriggio di mercoledì 23 dicembre. I carabinieri della Stazione di Monticelli avrebbero individuato delle tracce di pneumatico lungo l'argine del Grande Fiume a San Nazzaro di Monticelli, che farebbero pensare ad un gesto estremo: l'uomo potrebbe essere finito in acqua con la sua auto. Per questo con lo strumento a bordo di un'imbarcazione si sta scandagliando il fondo del Fiume, con la speranza di individuare il punto esatto in cui potrebbe essersi incagliata la Opel Corsa del 32enne. Stanno operando i volontari della Protezione civile di Monticelli, in ausilio ai carabinieri che coordinano le operazioni da terra.

Le ricerche del 32enne erano iniziate la sera del 24 dicembre con anche il supporto dei vigili del fuoco, senza alcun esito positivo. I militari dell'Arma hanno pattugliato l'argine che da Caorso arriva fino a Cremona anche il giorno di Santo Stefano ma dell'uomo e della sua auto pare non vi sia traccia, pare anche nel sistema video di lettura targhe della zona. Proseguono intanto gli accertamenti per comprendere i motivi dell'allontanamento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche un ecoscandaglio sul Po per cercare il 32enne scomparso

IlPiacenza è in caricamento