«Se non funziona il riscaldamento d'inverno ci forniranno le coperte?»

Fittavolini: «Il solito ridicolo battibecco che arriva dai nostri (in quanto piacentini) consiglieri regionali del PD, offendono il buon senso e le tragicomiche vicende che i pendolari sopportano tutti i giorni»

"Le risposte della Regione (stile Maria Antonietta "Maestà, il popolo ha fame e reclama il pane, ma è finito. Ohibò, Date loro delle brioches") ed il solito ridicolo battibecco che arriva dai nostri (in quanto piacentini) consiglieri regionali del PD, offendono il buon senso e le tragicomiche vicende che i pendolari sopportano tutti i giorni. Per dirla ancora con un francesismo, non ce ne frega una beneamata mazza se fra un anno arriveranno dei treni nuovi (posto che i pendolari sul tema non sono stati mai coinvolti, e se i treni saranno i soliti Vivalto che non sono idonei per gestire un trasporto regionale su di una Milano -Bologna di km 180 - chiedere ai pendolari romagnoli sul tema !) se nel frattempo non si interviene immediatamente sul parco di vetture circolante e si aggiusta quanto è rotto, segnalato e che non viene riparato (da anni !!!). Sempre le stesse identiche cose, denunciate da anni, che rimangono irrisolte; e se non ci sbagliamo il colore politico della maggioranza è sempre lo stesso. I nuovi treni, di cui sopra, sono solo una piccola foglia di fico, incapace di coprire la dimensione dei disservizi: se la composizione degli stessi è inadeguata al flusso pendolari e nessuno controlla, facendo viaggiare anche sui nuovi Vivalto la gente in piedi, ammassata senza vergogna, essi non servono a nulla.: se svengo per la calura su di un nuovo Vivalto o su un vecchio regionale, direi che non fa differenza. L'attenzione va e deve essere portata su questi temi 365 giorni l'anno. Servono risposte immediate su: composizione dei convogli e controllo del rispetto del contratto (nessuno controlla e giornalmente i treni viaggiano con meno carrozze !), puntualità (basta con le favole), pulizia e manutenzione sui treni (quale è ad oggi il livello di attenzione su treni con bagni inagibili da mesi, porte rotte, aria condizionata utopica? Nullo). E' demenziale rispondere con una risoluzione che implica la fornitura di bevande se l'aria condizionata non va, quando questi problemi sono annosi e giornalieri !!! E se non funziona il riscaldamento d'inverno, forniranno le coperte? Il livello è infimo, e ci ricorda le dichiarazione aberranti sul tema fornite dall' ex ad, adesso paracadutato con poltrona attaccta al fondoschiena in Finmeccanica, che dichiarava di portarsi coperte e panini da casa se i treni si bloccavano per il freddo nel nulla della campagna. E' inutile fare passerelle pre e post elezioni sui treni, con il codazzo di funzionari se poi i risultati sono questi !!!! E mi rivolgo, per essere chiari, all’assessore Donini, ed ai consiglieri piacentini Molinari e Tarasconi». Conclude la nota del presidente dell'Associazione Pendolari, Ettore Fittavolini. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

Torna su
IlPiacenza è in caricamento