Sedici anni, undici alias e borseggiatrice esperta: denunciata bosniaca

Una ragazzina bosniaca di 16 anni con 11 alias e borseggiatrice esperta, è stata denunciata dalla Polfer perché trovata su un treno senza biglietto. Era scappata da una struttura per minori dove doveva scontare una condanna per furto

Polfer

Una ragazzina bosniaca di 16 anni con 11 alias e borseggiatrice esperta, è stata "pizzicata" dal capotreno a bordo di un Freccia Bianca Ancona-Milano nella giornata del 2 febbraio senza documenti e senza biglietto. A quel punto è stata fatta scendere alla stazione di Piacenza e consegnata alla Polfer. Dopo alcuni accertamenti, gli agenti hanno scoperto che la giovane si era allontanata ad agosto 2015 da una struttura per minori toscana dove stava scontando una condanna per alcuni furti e che il nome che aveva fornito non era corretto, anzi di nomi inventati, alias, ne aveva ben 11 e alle spalle aveva una lunga carriera di borseggiatrice insieme alla madre e alla sorella.

Principalmente, hanno scoperto i poliziotti, le donne agivano nelle stazione, nelle metropolitane e nei luoghi molto affolllati a Milano ma salvatore altieri polfer-2anche a Genova e più in generale in diverse regioni del Nord Italia, riuscendo a fare anche 300 euro a testa ogni giorno. Più volte acciuffata, arrestata e denunciata doveva scontare in una struttura protetta 6 mesi, ma era scappata, di fatto evadendo, e facendo perdere le proprie tracce fino al 2 febbraio. Su di lei pendeva anche un rintraccio. I poliziotti l'hanno denunciata per falsa attestazione di identità personale e affidata ai servizi sociali. Il giorno dopo, su decreto del tribunale dei Minori di Milano che ha emesso un ordine di custodia cautelare, è stata arrestata e portata di nuovo, dall'ispettore della Polfer Salvatore Altieri, nella casa protetta in Toscana, dove finirà di scontare la pena. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento