Sequestra e cerca di strangolare l'ex, 30enne in carcere per tentato omicidio

E' finito in carcere con l'accusa di tentato omicidio il 30enne che il 24 luglio ha sequestrato, picchiato e cercato di strangolare la sua ex ragazza, una 29enne, durante un viaggio in auto in auto da Fiorenzuola a Lugagnano

Immagine di repertorio

E' finito in carcere con l'accusa di tentato omicidio il 30enne che il 24 luglio ha sequestrato, picchiato e cercato di strangolare la sua ex ragazza, una 29enne, durante un viaggio in auto da Fiorenzuola a Lugagnano. Il pm Matteo Centini ha chiesto e ottenuto dal gip Stefania Di Rienzo la custodia cautelare in carcere. L'uomo è stato quindi raggiunto e arrestato dai carabinieri del paese della Valdarda nella giornata del 29 luglio e condotto alle Novate. Il 30enne, dopo il violento episodio, era stato denunciato per lesioni, minacce, stalking e sequestro di persona.

I due erano stati fidanzati poi lei lo aveva lasciato ma lui non si era mai rassegnato alla fine della relazione tanto che il il 24 luglio l'aveva contattata per un ultimo appuntamento chiarificatore. La ragazza era salita sull'auto dell'ex a Fiorenzuola ed erano partiti alla volta di Lugagnano. Nel tragitto le violenze dopo l'ennesimo litigio. L'uomo le aveva sferrato diversi pugni con una mano, mentre con l'altra teneva il volante. La giovane aveva cercato più volte di uscire dall'abitacolo ma non ce l'aveva fatta: lui la prendeva per il collo e la strattonava violentemente, come per strangolarla. Un viaggio da incubo fino a quando verso le 23 a Lugagnano, in piazza, la 29enne era riuscita a buttarsi dall'auto e a salvarsi dalla furia del suo ex compagno. Era stata soccorsa da alcuni giovani e poi dai sanitari del 118 dell'ospedale di Fiorenzuola. Era stata medicata in pronto soccorso e dimessa con una prognosi di 20 giorni. L'ex compagno era scappato facendo perdere le proprie tracce, il 29 luglio l'ordinanza del gip e il carcere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

Torna su
IlPiacenza è in caricamento