Sequestro di carciofi, Sulpl: «Non si derida il lavoro degli agenti. L'abusivismo va combattuto»

«Mercoledì la polizia locale su segnalazione di un cittadino e con la collaborazione dei commercianti regolari è riuscita a sequestrare due cassette di carciofi che venivano venduti nell'area mercatale da due venditori abusivi. La cosa ha suscitato derisione e frasi poco consone da parte di alcuni frequentatori del web, evidentemente costoro non sanno che dietro certe attività si nascondono dei veri e propri pericoli. Ed inoltre le regole devono essere rispettate da tutti». Si legge in una nota del sindacato Sulpl. 

«Partiamo innanzitutto dai principi che si pongono alla base della vendita di generi alimentari: la conservazione, l’igiene e la provenienza del prodotto. Le norme europee prescrivono che, per salvaguardare l’igiene del prodotto, lo stesso deve essere maneggiato con appositi guanti sterili e depositati in altrettanti involucri sterili. Da non trascurare poi la conservazione del prodotto: questi prodotti, se non venduti, vengono lasciati nello stato in cui si sono trovati durante la vendita, pronti per essere di nuovo immessi in questa rete di commercio abusiva aggirando ogni tipo di procedura di conservazione. Quando gli alimenti in questione sono freschi come frutta e verdura, il rischio è di mangiare prodotti contaminati da funghi e muffe che possono causare anche gravi problemi di salute. E poi parliamo della provenienza dei generi alimentari: ogni tipo di prodotto venduto deve essere etichettato per specificare la sua provenienza. Questo, sicuramente, non accade per i prodotti venduti abusivamente».

«È giusto quindi che la Polizia Locale sia sempre in allerta quando si trova di fronte a questo fenomeno, non si può tollerare o restare indifferenti nei confronti di chi esercita l’attività di commercio alimentare privo di qualsiasi autorizzazione e senza rispettare la normativa vigente. Queste polemiche sterili e queste finte forme di buonismo non aiutano nessuno. Invitiamo sempre i cittadini a segnalare ogni forma di abusivismo e a non alimentarlo acquistando».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento