«Serve una legge che tuteli gli agenti della Municipale in strada», presidio del Sulpl in Regione

Il presidio

«Come annunciato nella mattina del 26 settembre una delegazione del Sulpl Emilia Romagna con il segretario regionale Paolo Sarasini e il segretario provinciale Miriam Palumbo, a Bologna davanti alla sede della Regione ha fatto un presidio per sensibilizzare l'opinione pubblica e la parte politica riguardo alla necessità non più dilazionabile nel tempo di lavorare ad una legge regionale per la Polizia Locale al passo con i tempi, una legge che tuteli gli agenti in strada e che consenta agli stessi di poter garantire più sicurezza ai cittadini», si legge in una nota del sindacato. 

«Rilevante comunque l'interessamento di telegiornali e testate giornalistiche, nonché della parte politica (non tutti ovviamente). Viene da dire che l'accoglienza in Regione non è stata delle migliori: siamo stati ricevuti all'ingresso da 3 vigilantes privati che hanno richiesto a ciascun agente un documento, lo stesso è stato trattenuto e riconsegnato solo in uscita, dopo averlo fotocopiato. Il ministro Minniti potrebbe prendere spunto dal Regolamento della Regione Emilia Romagna per risolvere il problema contingibile ed urgente dell'immigrazione clandestina in Italia: diciamo questo perché un paio di colleghi hanno declinato le generalità, ma non avendo un documento al seguito sono stati respinti».

«Entrati in consiglio regionale - prosegue la nota - il nostro segretario generale è riuscito ad intervenire chiedendo rispetto e tutele per la Polizia Locale che sulle strade difende anche quei politici-burocrati sordi alle nostre legittime richieste. Chiusi i lavori del consiglio una delegazione dell'ufficio di presidenza ha chiesto di essere resa edotta sul motivo della protesta, consigliando di chiedere audizione quando la legge sarà in discussione presso i gruppi consiliari, cosa che ben volentieri faremo. Siamo stati anche redarguiti da un consigliere del Pd sulle modalità della protesta: certo, noi non abbiamo né minacciato, né lanciato bombole del gas o estintori. Semplicemente abbiamo solo parlato, ma evidentemente le nostre parole, per chi non vuole ascoltarci, pesano come macigni». «La segreteria Sulpl Piacenza - conclude - ringrazia in particolare i consiglieri regionali Matteo Rancan e Gabriele Del Monte che da anni ci sostengono».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento