menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Seta, Pietro Odorici non è più presidente: al suo posto il Pd Vanni Bulgarelli

Nominato dall'Assemblea di coordinamento degli enti locali modenesi l'ex dirigente di Hera. Mercoledì 2 settembre l'assemblea della società. I ringraziamenti al presidente uscente Odorici

Presidenza SETA, i sindaci scelgono il Pd Vanni Bulgarelli

Sarà Vanni Bulgarelli il nuovo presidente di Seta spa, la società che gestisce il trasporto pubblico nelle province di Modena, Reggio e Piacenza, indicato dall’Assemblea di coordinamento degli enti locali modenesi che si è riunita oggi, lunedì 31 agosto, nella sede della Provincia di Modena. Vanni Bulgarelli è stato designato al termine del percorso avviato con l’avviso pubblico del Comune di Modena in base al quale nei mesi scorsi erano state presentate tre autocandidature (gli altri due erano Claudio Gorrieri e Maurizio Malagoli). In qualità di presidente della Provincia Gian Carlo Muzzarelli ha raccolto le indicazioni dell’Assemblea, unanimi nel voto sul nome di Bulgarelli con la sola eccezione del Comune di Vignola che, come ha evidenziato lo stesso Muzzarelli, non ha però presentato proposte alternative.

Sarà l’assemblea della società, convocata per mercoledì 2 settembre, a ratificare la nomina del presidente che lo Statuto della spa attribuisce agli enti locali modenesi ai quali spetta anche l’indicazione di un sindaco supplente, ruolo nel quale viene confermato Federico Bacchiega. Gian Carlo Muzzarelli e tutti i sindaci intervenuti hanno espresso un caloroso ringraziamento a Pietro Odorici per il ruolo svolto in questi anni alla guida di Atcm e poi, con l’unificazione con Reggio e Piacenza, alla presidenza di Seta spa.

Vanni Bulgarelli, 63 anni, modenese, già presidente della società operativa territoriale di Hera a Modena e per dieci anni, fino al 2014, coordinatore scientifico del Gruppo di lavoro Città sostenibili dell’Associazione nazionale Agende 21 locali, attualmente fa parte del consiglio direttivo dell’Ibc dell’Emilia Romagna. Bulgarelli è anche "organico" al Partito Democratico modenese e lo scorso anno ha diretto il comitato per la stesura del programma delle elezioni amministrative a livello provinciale.

Tra il 2012 e il 2014 ha fatto parte del Transnational scientific board del Progetto europeo UHI: isole di calore e adattamento dei sistemi urbani al “climate ch’ange”, con particolare riferimento agli aspetti di pianificazione urbanistica. Laureato in Pedagogia, è autore di numerose pubblicazioni su urbanistica e ambiente, è stato anche consigliere di amministrazione dell’Agenzia nazionale per la protezione dell’ambiente e dirigente presso il ministero dell’Ambiente. Tra le firme a suo sostegno nell’ambito della procedura per la candidatura ci sono quelle di docenti dell’Università di Modena e Reggio Emilia, professionisti (architetti, agronomi e avvocati) e dirigenti associativi.

Il nuovo presidente resterà in carica per il periodo che verrà stabilito alla sua nomina e comunque non oltre tre esercizi e scadrà alla data dell’Assemblea della società convocata per l'approvazione del bilancio relativo all'ultimo esercizio della sua carica. Il compenso sarà deliberato dall'Assemblea della società. Come gli altri candidati, anche Bulgarelli ha firmato una dichiarazione d’intenti in cui si impegna a presentare al termine del mandato una relazione sull’attività svolta e di essere disponibile a partecipare, su richiesta del sindaco, a periodici incontri di confronto sull’attività della società con i consiglieri comunali, nelle forme che saranno di volta in volta definite.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Piacenza usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento