Sfruttamento per meno di cinque euro all'ora, arrestati due piacentini per caporalato

Bloccati dai carabinieri in provincia di Pavia. Nei guai anche i vertici di una cooperativa

(Repertorio)

Due uomini di Cortemaggiore sono stati arrestati dai carabinieri di Stradella, in provincia di Pavia, con l'accusa di caporalato, ovvero sfruttamento del lavoro e intermediazione illecita. I due piacentini sono stati bloccati nel Pavese, a San Damiano al Colle, mentre trasportavano alcuni lavoratori stranieri da impiegare nelle aziende agricole della zona per raccogliere l'uva nelle vigne.
Nei guai anche il presidente e il vicepresidente di una società cooperativa piacentina che avrebbero impiegato una quindicina di lavoratori extracomunitari in condizioni di sfruttamento, con retribuzioni a meno di cinque euro all'ora.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento