Sgominato un traffico di dollari falsi tra Africa e Italia, 19 persone arrestate

Maxi operazione dei carabinieri del Nucleo investigativo di Piacenza: l'organizzazione era in grado di trasformare banconote originali da 1 dollaro in altrettante banconote da 100 dollari con la tecnica dello sbiancamento

Un momento della conferenza stampa in procura

Nelle prime ore del mattino di ieri, mercoledì 6 novembre, nelle province di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Milano, Como e Mantova, il Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale Carabinieri di Piacenza ha iniziato ad eseguire l’ordinanza del GIP di Piacenza che, su richiesta della locale Procura della Repubblica, ha disposto la custodia cautelare in carcere di 19 persone, cittadini italiani e stranieri residenti nella nostra città ma anche in Lombardia per associazione per delinquere finalizzata alla introduzione nello Stato e spendita di banconote falsificate. Si tratta di piccoli imprenditori, di proprietari di locali notturni, di titolari di pubblici esercizi, commercianti.

Le indagini avviate nel marzo 2013 dal citato Nucleo Investigativo, coordinate dal sostituto procuratore Emilio Pisante della Procura della Repubblica di Piacenza, hanno messo in luce l’esistenza di un sodalizio criminale dedito all’importazione dalla Nigeria, ove avviene la produzione, di banconote false da 100 dollari realizzate con la cartamoneta originale da un dollaro  “sbiancate”, recapitate nel nostro Paese in plichi, occultati in oggetti di uso comune (medicinali di erboristeria, riviste, custodie per cd) spediti tramite ignare società internazionali di spedizione e quindi immesse nel circuito economico.

A far scattare le indagini a febbraio sono stati due versamenti da 7mila euro, in banconote da 100, che un commercialista piacentino ha effettuato in due banche di Piacenza. I soldi, una volta arrivati al centro di raccolta, si sono rivelati falsi ed è scaccato il sequestro. La metodologia di contraffazione fino ad oggi non era mai stata censita a livello internazionale, suscitando il diretto interessamento delle preposte autorità statunitensi, infatti la carta utilizzata era quella originale. Gli inquirenti hanno quindi operato a ritroso per ricostruire il percorso delle banconote e sgominare l'organizzazione criminale, intercettando i pacchi con i dollari falsi. Una volta arrivati sul territorio nazionale le banconote o venivano versati su conti correnti e utilizzati per pagamenti. A coordinare le operazioni un piacentino e un nigeriano residente nel Mantovano.

Il nome dell’operazione “E UNUM PLURIBUS” (da uno, molti), è la riedizione, volutamente errata, del noto motto statunitense “E PLURIBUS UNUM” (da molti, uno); questa definizione è stata tratta dal romanzo “Zona pericolosa”, del 1997, ove lo scrittore britannico di thriller Lee Child,  ipotizzava il ricorso alla  particolare tecnica che il sodalizio criminale ha realizzato ottenendo dalle banconote da $1 genuine, banconote da 100 dollari abilmente falsificate. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Al via lunedì 19 i test sierologici gratuiti e rapidi in farmacia per studenti e familiari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento