Sgozzata in pieno giorno: ragazza uccisa forse dall'ex marito

E' stata trovata riversa in un lago di sangue, all'incrocio tra via Vaiarini e via Boscarelli. La ragazza marocchina aveva 29 anni, e si chiamava Zahira Aitali. Le prime supposizioni lasciano presagire un delitto passionale. E' caccia all'assassino, probabilmente l'ex marito, Mohamed Chraka. La donna lavorava come sarta a Ponte dell'Olio

foto-omicidio_1Una ragazza marocchina di 29 anni è stata uccisa verso le 19 all'angolo tra via Vaiarini e via Boscarelli, di fianco alla scuola media Calvino. La straniera è stata aggredita sotto la sua abitazione da un uomo, sempre uno straniero, che con un coltello l'ha sgozzata. La 29enne è stata trovata riversa in un lago di sangue dai passanti che hanno chiamato il 118. Per lei nulla da fare. Sul posto le volanti e la squadra mobile che stanno indagando.

La vittima dell'efferata aggressione si chiama Zahira Aitali e abitava in via Vaiarini al civico 46. L'indiziato numero uno per l'omicidio è il marito della ragazza, anche lui marocchino di circa 30 anni, dal quale era separata da qualche tempo: Mohamed Chraka. La coppia aveva anche un bambino piccolo.

Dalle prime indiscrezioni pare quindi che a ucciderla sia stato il marito, probabilmente per motivi di coppia legati alla gelosia. Lo straniero era già ricercato in tutta Italia in quanto arrestato dalla polizia alcuni mesi fa per reati legati allo spaccio degli stupefacenti, ed era scappato da qualche tempo dall'abitazione di via Vaiarini, dove stava scontando gli arresti domiciliari. In questi mesi aveva fatto perdere le sue tracce. Ora è il ricercato numero uno per l'omicidio di oggi.

Confermata anche l'efferatezza del delitto. Sul luogo è stato ritrovato un grosso bastone sporco di sangue, che l'aggressore potrebbe avere utilizzato per tramortire inizialmente la giovane, che stava rientrando in casa dopo aver fatto la spesa al supermercato. Poi un fendente alla giugulare non ha lasciato scampo alla 29enne, che è stata letteralmente sgozzata ed è morta dissanguata dopo pochi istanti.

L'uomo sarebbe stato visto scappare a piedi, e non è escluso che ci fosse nelle vicinanze un complice che lo attendeva in auto per la fuga. Un altro testimone oculare, di contro, ha affermato di aver visto un uomo allontanarsi in fretta e furia in bicicletta, piangendo. Il coltello utilizzato dall'assassino, invece, non è ancora stato ritrovato.

Sul luogo del delitto, oltre alle volanti e alla squadra mobile, sono intervenuti anche gli agenti della polizia scientifica e il sostituto procuratore della Repubblica Antonio Colonna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Come non sporcare la mascherina con il trucco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento