Shopping per quasi 4mila euro con carte rubate, arrestati due romeni

Prima hanno derubato due piacentini di bancomat e carte di credito e poi sono andati a fare acquisti in diversi negozi del centro per 3587 euro ma i poliziotti della Squadra Mobile li hanno arrestati nel giro di pochi giorni. In manette due romeni con precedenti penali

I soldi e gli oggetti comprati dalla coppia

Prima hanno derubato due piacentini di bancomat e carte di credito e poi sono andati a fare acquisti in diversi negozi del centro per 3587 euro ma i poliziotti della Squadra Mobile li hanno arrestati nel giro di pochi giorni. In manette con l'accusa di utilizzo indebito di carte di credito, furto aggravato e ricettazione sono finiti due romeni di 38 e 45 anni, compagni nella vita e nei furti: entrambi hanno precedenti. Lui dopo l'interrogatorio di garanzia è rimasto in carcere, per lei è stato disposto invece l'obbligo di presentazione. 

serena pieri-3Tutto è iniziato il 20 aprile quando una piacentina è stata derubata mentre faceva spesa all'Esselunga di via Conciliazione: una volta alla cassa ha scoperto che il portafoglio era sparito, immediatamente ha bloccato le carte e si è rivolta alla polizia che ha avviato le indagini coordinate dal sostituto procuratore Antonio Colonna. Gli agenti della Mobile guidati da Serena Pieri, hanno acquisito i video delle telcamere di sorveglianza dei negozi sul Corso dove i due malviventi erano riusciti a fare compere nel lasso di tempo in cui hanno materialmente sottratto il portafoglio alla donna e il blocco delle carte.

La coppia è riuscita a comprare capi firmati e accessori griffati per 1417 euro. Il secondo colpo è andato a segno sabato 28 aprile. I due hanno rubato il portafoglio a un piacentino che stava camminando in centro e si sono diretti a comprare profumi, occhiali da sole e altri capi per 650 euro, mentre sono riusciti a ritirare ad uno sportello bancomat 1520 euro ma qualche commerciante li ha notati: la voce si era sparsa e i due sono stati riconosciuti. In pochi minuti sono stati bloccati in flagranza dalla Mobile e dalle Volanti mentre uscivano da un negozio del Corso e portati in questura. Nella loro abitazione in città sono stati trovati gli oggetti acquistati con le carte della prima vittima, di qui la denuncia per ricettazione. Nel bottino capi di Oliviero Martini, Tommy Hilfiger, Chanel, Rayban, Nike. L'uomo peraltro aveva un obbligo di dimora a Cinisello Balsamo per alcuni reati simili compiuti in Lombardia.



 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

Torna su
IlPiacenza è in caricamento