Si barrica in casa e lancia piatti dalla finestra, chiusa viale Dante

Una 44enne, con alcuni problemi di salute, si è barricata in casa e ha lanciato in strada diversi piatti prima di essere soccorsa dai sanitari e portata in ospedale. Sul posto la municipale, polizia, carabinieri, vigili del fuoco e la Croce Bianca

Un momento dell'intervento (foto Gatti)

Serata movimentata quella del 4 agosto in viale Dante. Una 44enne si è barricata in casa e ha lanciato in strada diversi piatti prima di essere soccorsa dai sanitari e portata in ospedale. Tutto è iniziato verso le 23 quando alcuni passanti hanno notato la donna, una 44enne peruviana, visibilmente agitata che lanciava alcuni oggetti dalla finestra del suo appartamento al secondo piano e urlava frasi senza senso. In pochi minuti la strada è stata chiusa al traffico e sono arrivati sul posto i vigili del fuoco, la polizia municipale, le volanti della polizia, i carabinieri del Radiomobile, e un'ambulanza della Croce Bianca. 

La donna, con diversi problemi di salute e completamente fuori di sé, non voleva aprire la porta per farsi aiutare e gli agenti della polizia municipale insieme ai vigili del fuoco, sono saliti sull'autoscala e hanno provato ad entrare dalla finestra ma  la 44enne, fortunatamente, si è convinta ad aprire la porta d'ingresso dell'appartamento. Immediatamente è stata bloccata per impedire che potesse fare e farsi del male e condotta in ambulanza, nel frattempo era arrivata anche l'auto medica inviata dal 118. La 44enne è stata portata in pronto soccorso dove sarà sottoposta a un trattamento sanitario obbligatorio. Molte le persone che hanno assistito all'accaduto, la strada è stata chiusa per circa due ore, anche per poter permettere a Iren di pulire la carreggiata. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento