rotate-mobile
Cronaca

Si fa mantenere con 150mila euro e cerca di attribuirgli un figlio non suo, a processo

Una albanese di 42 anni, residente in Lombardia, è stata rinviata a giudizio dal giudice Stefania Di Rienzo, come chiesto dal pm Emilio Pisante, con le accuse di circonvenzione di incapace e induzione in errore dell’uomo, un 70enne piacentino

Ha carpito la buona fede di quell’anziano che la voleva sposare e gli ha fatto credere di adottare il figlio, mentre in realtà a sua insaputa lo stava riconoscendo come figlio naturale. Inoltre, la donna si sarebbe fatta mantenere per tre anni, intascando qualcosa come 150mila euro. Una albanese di 42 anni, residente in Lombardia, è stata rinviata a giudizio dal giudice Stefania Di Rienzo, come chiesto dal pm Emilio Pisante, con le accuse di circonvenzione di incapace e induzione in errore dell’uomo, un 70enne piacentino. L’albanese è difesa dall’avvocato Artemio Spezia, mentre l’uomo si è costituito parte civile con l’avvocato Sara Botti.

La vicenda si svolge tra il 2013 e il 2016, prima che una malattia del 70enne facesse emergere il rapporto con l’albanese. Il pensionato, un ex dipendente pubblico, dopo la morte della madre aveva chiesto alla donna di sposarlo. I due si conoscevano da tempo e fra loro si era stabilito un rapporto di affetto e sostegno. Dopo la richiesta di matrimonio lei divorzia e chiede all’uomo di adottare il giovane figlio. Lei si occupa delle carte necessarie, ma invece di chiedere l’adozione prepara la strada per il riconoscimento del bambino come figlio naturale. L’anziano, invece, era convinto si trattasse di un’adozione.

Durante la malattia, l’uomo parla con i cugini e racconta della relazione. I parenti si insospettiscono e avvertono gli altri familiari (il 70enne non era stato abbandonato, ma aveva tenuto nascosta la relazione). Quando i familiari si accorgono che dal conto corrente mancano 150mila euro, parte l’esposto alla procura. Ed entrano in gioco i servizi sociali, che a causa della malattia si stavano adoperando per avviare la richiesta al Tribunale di un amministratore di sostegno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si fa mantenere con 150mila euro e cerca di attribuirgli un figlio non suo, a processo

IlPiacenza è in caricamento