Cronaca Castel San Giovanni / Via Roma

Si fingono carabinieri e schiaffeggiano il ladro per raggirare un anziano

Il fatto è avvenuto la scorsa settimana a Castelsangiovanni. Scoperti dal proprietario mentre tentavano di scassinare la porta dell'abitazione, tre malviventi hanno dato vita a una messinscena: due di loro si sono finti carabinieri, uno ha fatto credere di essere un ladro ammanettato

Colti sul fatto mentre tentavano di scassinare la porta di un’abitazione, si sono finti carabinieri e hanno ammanettato un complice. Il fatto è avvenuto sabato 14 marzo a Castelsangiovanni. Tre malviventi stavano cercando di scassinare la porta d’ingresso di un’abitazione. Il proprietario, un anziano, che si trovava all’esterno, si è accorto di quanto stava succedendo, ma i tre sono stati abili e svelti nel mettere in piedi una messinscena. Due di loro si sono infatti finti carabinieri in borghese che avevano colto il ladro sul fatto: per rendere più credibile la cosa si sono messi a tirare schiaffi al complice, facendo finta di averlo ammanettato e spiegando che lo avrebbero portato al più presto in caserma.

L’anziano ha creduto alla messinscena: i due finti militari hanno chiesto di farsi aprire l’abitazione per controllare – insieme al ladro, che avrebbe dovuto “confessare” sul posto di cosa si era appropriato – la mancanza di oggetti personali. I tre ladri hanno così passato in rassegna tutte le stanze insieme al proprietario, aprendo diversi cassetti. Fortunatamente non è stato rubato nulla, anche perché l’anziano non teneva a portata di mano cose preziose o denaro. I due militari hanno così finto di portare via il presunto ladro, facendo perdere le proprie tracce. Solo dopo alcune ore il proprietario si è accorto di essere stato vittima di un raggiro. Della singolare vicenda se ne stanno occupando i carabinieri – quelli veri – della stazione di Castelsangiovanni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si fingono carabinieri e schiaffeggiano il ladro per raggirare un anziano

IlPiacenza è in caricamento