menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si rifiuta di indossare la mascherina sul bus, sputa e poi picchia i carabinieri: arrestato

Sale sull'autobus, si rifiuta di mettere la mascherina, fuma una sigaretta e poi aggredisce i carabinieri e alcuni agenti della polizia locale, mandando due militari al pronto soccorso. E' accaduto a Rottofreno

Sale sull'autobus, si rifiuta di mettere la mascherina, fuma una sigaretta e poi aggredisce i carabinieri e inveisce contro alcuni agenti della polizia locale, mandando due militari al pronto soccorso. Nei guai è finito un 22enne albanese arrestato per resistenza e violenza a pubblico ufficiale e interruzione di pubblico servizio, il giovane è stato anche denunciato per porto abusivo di oggetti atti all'offesa. Processato per direttissima è comparso in tribunale difeso dall'avvocato Mauro Pontini davanti al giudice Gianandrea Bussi e al pm Monica Bubba. E' stato condannato a 10 mesi, pena sospesa. Il grave fatto di violenza è avvenuto nella giornata del 27 agosto a Rottofreno. Il giovane era salito a bordo del bus della linea E11 e subito si è rifiutato di indossare la mascherina come previsto dalla normativa vigente, impedendo così all'autista di proseguire la corsa, successivamente, una volta arrivati i carabinieri del Radiomobile e alcuni agenti della polizi locale dell'Unione Bassa Valtrebbia-Valluretta, si è rifiutato di fornire i documenti, ha accesso una sigaretta a sfregio, ha sputato a terra. Sul bus c'erano una decina di persone che sono state fatte scendere mentre il 22enne si era barricato sul fondo del mezzo. Ad un certo punto si è scagliato contro i militari. Calci, pugni, ginocchiate fino a quando non senza fatica - era fuori di sé e molto violento - è stato bloccato e caricato sulla gazzella dei Carabinieri. I due militari nella colluttazione hanno riportato diversi traumi e sono stati poi medicati in pronto soccorso. Ferito anche un agente della polizia locale. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Il giardino di via Negri è un ritrovo di spacciatori»

Attualità

Inps: «Nuovo tentativo di truffa tramite e-mail»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento