rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Cronaca I Vaccari / Via Casa del Fanciullo

Si spaccia per volontaria e chiede offerte in denaro. Ma è una truffa

A Lugagnano, una giovane si fa passare per volontaria e chiede alle sue “vittime” offerte in denaro da destinare ai bambini disabili ospiti della Casa del Fanciullo. Offerta minima? Quindici euro. Sulle sue tracce, dopo la denuncia di una mamma, i carabinieri della stazione locale

Bussa di porta in porta e adesca prevalentemente mamme, per chiedere loro un'offerta minima di 15 euro da devolvere alla Casa del Fanciullo che ospita bimbi disabili.

Si tratta di una giovane che si spaccia per volontaria della stessa Casa, ma in realtà è una truffa. È bastato poco ai carabinieri per risalire al meccanismo: la denuncia di una mamma insospettita che aveva fatto la sua offerta e la smentita, da parte dei responsabili della Casa, su questa nuova raccolta di fondi. Non c'è nessuna iniziativa di vendita porta a porta per raccogliere fondi, dichiara Paolo Ripamonti, presidente dell'associazione Amici della Casa del Fanciullo.

Sono persone poco oneste che sfruttano il nome dell'opera per truffare le persone. Ma tiene a precisare, invece, i canali “ufficiali” di raccolta per questa opera di assistenza all'infanzia, come il banchetto presente all'interno del supermercato Auchan.

La Casa del Fanciullo di Padre Gherardo è una Fondazione che offre assistenza diurna e notturna a bambini e ragazzi vittime di disagi. Opera da sessant'anni ed è una vera e propria istituzione di solidarietà.

Oltre al Gruppo Famiglia, vera e propria casa per l'infanzia, c'è il Tandem, un centro educativo e dopo scuola e la Scuola primaria paritaria, aperta a bambini di ogni provenienza.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si spaccia per volontaria e chiede offerte in denaro. Ma è una truffa

IlPiacenza è in caricamento