menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Paolo Dosi

Paolo Dosi

Sicurezza, Dosi a Bellaria per il seminario "La videosorveglianza nelle città"

Anche il sindaco Paolo Dosi sarà a Bellaria, giovedì 9 luglio, per partecipare al seminario "La videosorveglianza nelle città: dalle esperienze locali alle future applicazioni" promosso dal Comune di Bellaria Igea Marina

Anche il sindaco Paolo Dosi sarà a Bellaria, giovedì 9 luglio, per partecipare al seminario “La videosorveglianza nelle città: dalle esperienze locali alle future applicazioni” promosso dal Comune di Bellaria Igea Marina, con il supporto del Forum italiano per la sicurezza urbana (Fisu) e dell’Associazione nazionale funzionari di polizia (Anfp). Un appuntamento volto a favorire la condivisione delle esperienze delle città, al fine di arricchire la riflessione sulle modalità più efficaci di trattamento e di utilizzazione delle immagini videoregistrate per la prevenzione e il contrasto della criminalità e del disordine urbano. 

Ai saluti del sindaco di Bellaria Enzo Ceccarelli e di Nicola Gallo, consigliere nazionale Anfp, seguiranno gli interventi di Franco Chiari, comandante della Polizia municipale di Modena, dell’assessore alla Sicurezza del Comune di Milano, Marco Granelli, di Scipione de Leonardis, dirigente della Polizia di Stato, e quello conclusivo del sindaco Paolo Dosi, presente al seminario anche nelle vesti di presidente del Fisu. Nel pomeriggio, terminato l’incontro sulla videosorveglianza, Dosi presiederà i lavori del comitato esecutivo del Fisu, il cui ordine del giorno prevede  l’analisi del disegno di legge sulla sicurezza urbana approvato in sede tecnica tra Ministero dell’Interno e Anci, la presentazione dei bilanci consuntivo 2014 e preventivo 2015, l’aggiornamento dei progetti transnazionali in avvio con il Forum Europeo per la Sicurezza Urbana, la redazione del piano delle attività seminariali e di formazione e l’illustrazione degli eventi e dei progetti da realizzarsi nel 2015.

“La videosorveglianza – commenta il primo cittadino - si pone attualmente come uno degli strumenti più utilizzati per il controllo del territorio: per la prevenzione e repressione della criminalità, nella salvaguardia dei beni pubblici, nel monitoraggio del traffico attraverso la lettura targhe, per migliorare le complessive condizioni di vivibilità degli spazi pubblici. Di conseguenza, le tecnologie di videocontrollo sono entrate sempre più prepotentemente a far parte delle discussioni per l’elaborazione di politiche locali e nazionali in materia di sicurezza urbana”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento