Sicurezza, Siap: «Pochi uomini e mezzi a fronte di un enorme carico di lavoro»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

Nei giorni scorsi, a fronte di un confronto con il Dirigente della Stradale di Piacenza Ettore Guidone e uno successivo con il Dirigente Polstrada Emilia Romagna Romagnosi, che si sono svolti democraticamente e nel pieno rispetto delle parti, per far fronte alle poche e scarne risorse umane che stanno  investendo la Polstrada di Piacenza, il Siap, insieme alle altre sigle sindacali, ha proposto e sottoscritto accordi decentrati sulla reperibilità del personale e su nuovi  orari serali, oltre a quanto già in passato sottoscritto, al fine di poter far fronte quanto più possibile alle esigenze securitarie della provincia di Piacenza sul tema della sicurezza stradale e, quanto più possibile, qualora ce ne fosse davvero bisogno, intervenire, nelle ore notturne,  sul rilievo dei sinistri stradali gravi per non distogliere il personale delle volanti dal loro primario controllo del territorio, facendo presente che la Polstrada di Piacenza è stata chiamata anche ad intervenire in ambito autostradale.

Con questi accorgimenti non riusciamo a coprire tutte le notti, non risolvono tutti i problemi, ma il tentativo di fare quanto  più possibile per il cittadino, ci rende orgogliosi.  Anche presso la Polfer di Piacenza, come ho già evidenziato in passato, sono stati sottoscritti accordi in tal senso. Come si potrà notare, noi del Siap, rivendichiamo con forza e vigore le nostre legittime spettative ma, nel contempo, responsabili di ciò che il nostro mestiere comporta e di ciò che dobbiamo fornire al cittadino contribuente, non ci facciamo indietro a rispettare anche i nostri doveri. Di questo, ed è questo il motivo per cui scrivo questa nota, voglio ringraziare pubblicamente i miei iscritti che non hanno esitato ad accettare ulteriori carichi di lavoro e ulteriori servizi con senso di  responsabilità, in quanto, spesso, assumere decisioni del genere, in altri luoghi di lavoro dove si chiedono solo diritti ma si dimenticano i doveri, potrebbe essere controproducente per la rappresentatività  sindacale che spesso è schiava dei pruriti di taluni .

Pertanto, sino a quando le cose lo permetteranno, saremo sempre ben predisposti a trovare soluzioni per il bene primario del cittadino, ma vogliamo anche ricordare che presso la Stradale non arrivano agenti di nuova nomina da almeno 16 anni e che l’età media sta arrivando ai 50 anni con solo due auto di servizio anche se, pochi giorni fa, a seguito di mie pressioni personali,  mi è stato garantito che presto dovrebbe arrivare una terza auto di servizio. Il Siap, sindacato non politicizzato, sempre disposto a lottare per i diritti dei lavoratori che rappresento, criticando duramente la politica e la dirigenza quando necessario (non ho mai risparmiato nessuno), ma sempre pronto a proporre e collaborare nel trovare soluzioni per il bene dei cittadini. 

Il Segretario provinciale SIAP, Sandro Chiaravalloti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento