Sindacati in protesta il 9 ottobre contro la direzione del carcere

Le sigle annunciano la manifestazione di protesta: «Rivendichiamo l’assenza di organizzazione, di sicurezza per gli agenti, mancano le condizioni per lavorare»

Le organizzazioni sindacali, il prossimo 9 ottobre, con inizio alle ore 9.45, daranno luogo ad una manifestazione di protesta nei confronti della direzione della Casa Circondariale di Piacenza per le annose e mai risolte problematiche che da anni affliggono l’istituto piacentino. «Sarà l’occasione – spiegano Sappe Uspp Cisl Sinappe Cnpp Cgil - per rivendicare l’assenza di una valida organizzazione del lavoro, della difficoltà nelle relazioni sindacali con la direzione, degli eventi che si susseguono all’interno della struttura e che inducono le sigle rappresentative del personale di Polizia Penitenziaria ad invocare maggior sicurezza. Le condizioni pessime  lavorative in cui si trovano a lavorare gli agenti di Polizia Penitenziaria, le condizioni igienico-sanitarie; la mancanza di dispositivi di sicurezza sui luoghi di lavoro, la continua programmazione delle  prestazioni di lavoro straordinario con conseguente  mancato pagamento delle stesse ore di lavoro straordinario a fine mese non pagato per mancanza di fondi, e quanto altro, afferma Gennaro Narducci, coordinatore Regionale Emilia Romagna e Marche, del sindacato USPP (Unione Sindacati di Polizia Penitenziaria)».

«Da anni si chiede all’Amministrazione Penitenziaria regionale – continuano i sindacati - e centrale di prendere in considerazione le difficoltà in cui versa la casa circondariale di Piacenza, ma mai sono state adottate iniziative in grado di ristabilire un sereno clima lavorativo all’interno della struttura stessa. La manifestazione avrà luogo nelle adiacenze del block-house della casa circondariale di Piacenza, rappresentando fin d’ora che l’iniziativa è da considerarsi come monito agli organi dell’Amministrazione nel considerare che occorrono provvedimenti immediati in grado di garantire un’auspicata inversione di marcia verso sistemi di relazione e di organizzazione diversi da quelli attuali, e con essa compresa la richiesta di avvicendamento dell’attuale autorità dirigente».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento