"Sipario! Chi è di scena", Tansini: «Scoprire la lirica giocando»

Tansini (organizzatore del gioco): «E' il modo più bello per scoprire e riscoprire la lirica, portando sia gli appassionati che i neofiti del genere dietro le quinte di un mondo molto meno lontano di quanto si creda, un mondo fatto di bizzarrie, colpi bassi, stecche clamorose, fughe d'amore, flop incredibili e serate indimenticabili»

Il teatro Municipale

Presentato nella mattinata del 1 ottobre al Ridotto del teatro Municipale di Piacenza "Sipario! Chi è di scena" a cura di Simone Tansini, un avvincente gioco da tavolo in cui il giocatore è invitato a vestire i panni di un impresario teatrale alle prese con la propria scalata al successo. «Un'occasione per avvicinare alla tematica dell’opera lirica attraverso le dinamiche tipiche del mondo ludico» come ha sottolineato l'assessore alla Cultura Tiziana Albasi presente alla conferenza insieme al direttore della fondazione Teatri Angela Longieri, al direttore artistico della fondazione Teatri Cristina Ferrari e allo stesso Tansini.

Per giocare a "Sipario! Chi è di scena" non sono richieste conoscenze musicali specifiche e grazie ad un regolamento ben articolato viene garantita una felice esperienza ludica sia ai principianti che ai player esperti.

Ciò che ha spinto Tansini a realizzare questo prodotto è stata l'idea di poter giocare con la lirica poiché, come lui stesso ha spiegato «E' il modo più bello per scoprirla e riscoprirla, portando sia gli appassionati che i neofiti del genere dietro le quinte di un mondo molto meno lontano di quanto si creda, un mondo fatto di bizzarrie, colpi bassi, stecche clamorose, fughe d'amore, flop incredibili e serate indimenticabili».

Divertirsi con la lirica è, secondo Tansini, il modo più bello di prendere confidenza con essa, poiché significa imparare sorridendo.

Il gioco prevede un minimo di 2 ad un massimo di 5 giocatori per partita. Ogni partita può durare dai 30 ai 90 minuti a seconda dei propri gusti. A completare il tutto, un regolamento breve che permette di giocare in modo semplice e immediato e uno esteso per utilizzare le regole avanzate.

Ogni giocatore avrà a che fare con 40 opere splendidamente illustrate, figlie di un lavoro di sintesi e concettualizzazione dei capolavori di ben 16 autori differenti che hanno riempito i teatri e le cronache degli ultimi quattro secoli di storia, da Monteverdi a Shostakovich, un esercito di 100 cantanti, 25 carte azione con infinite combinazioni, soldi, ricchezza e notorietà.

Il gioco verrà messo in diversi negozi specializzati, ma si potrà acquistare anche presso il teatro Municipale in occasione degli spettacoli di lirica a partire dal 9 ottobre in occasione della prima de L'amico Fritz, opera inaugurale della Stagione 2015/2016. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento