menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Smontato il presidio medico avanzato davanti all'ospedale, Baldino: «Simbolo delle settimane più difficili»

L'Azienda presenterà nei prossimi giorni un progetto per l'utilizzo dei spazi esterni al Pronto soccorso durante l'autunno-inverno 2020-2021

Saranno smontate il 26 settembre all'ospedale di Piacenza, le strutture che nei mesi scorsi hanno ospitato un Presidio medico avanzato (PMA) all'esterno del Pronto soccorso. Tende e gazebo erano stati messi a disposizione e allestiti dalla Protezione Civile Anpas Emilia Romagna per consentire, nella primissima fase dell'emergenza, una differenziazione di percorsi tra sospetti covid e pazienti che accedevano al presidio per altre patologie. Nei mesi successivi, le strutture sono state utilizzate anche per attività di screening sierologico.

L'Azienda presenterà nei prossimi giorni un progetto per l'utilizzo dei spazi esterni al Pronto soccorso durante l'autunno-inverno 2020-2021. «Non possiamo che ringraziare Protezione Civile e Anpas - evidenzia Luca Baldino, direttore generale Ausl Piacenza - che subito, fin dal 24 febbraio, ci hanno messo a disposizione le strutture, allestite in tempi brevissimi e nei mesi successivi, ne hanno curato la manutenzione. Il PMA è stato un simbolo delle settimane più difficili di dell'emergenza. Non smetto mai di raccomandare a tutti i cittadini quei comportamenti responsabili che se ben adottati ci eviteranno di rivivere momenti terribili come quelli vissuti allora».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento