menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(Repertorio)

(Repertorio)

Sms con minacce e gomme tagliate: scatta il divieto di avvicinare moglie e figlia

Ancora un caso di stalking a Piacenza. Nei guai un padre di famiglia 55enne che non si sarebbe rassegnato alla separazione dalla moglie

Ancora una vicenda di stalking a Piacenza, subito presa in carico dalla Procura della Repubblica e dagli agenti della Polizia locale di via Rogerio. Gli atti persecutori e le molestie però questa volta non hanno riguardato una persona soltanto, ma due: madre e figlia. Nei guai è finito il marito e padre, che è stato colpito da un divieto di avvicinamento alla famiglia. Una misura cautelare emessa rapidamente dalla magistratura piacentina, e che dovrebbe porre un freno a una situazione divenuta insostenibile per le due donne.

Il protagonista è un 55enne piacentino che, secondo gli inquirenti, non si sarebbe rassegnato alla separazione dalla moglie. Un quadro tipico di questo genere di reato - lo stalking - e che avrebbe dato origine a una lunga sequela di atti persecutori che la donna ha denunciato alla sezione investigativa della polizia locale. Vittima, insieme alla donna, anche la figlia della coppia che si è addirittura trovata le gomme della macchina tagliate. Un gesto di ritorsione, finito nella denuncia insieme a una serie di appostamenti, pedinamenti, messaggi minatori e telefonate che hanno gettato nella paura e nell'angoscia le due donne. Paura per la propria incolumità, tanto da convincere alcuni colleghi di lavoro della donna ad accompagnarla, come una sorta di scorta, lungo il tragitto casa lavoro. Nel fascicolo di indagine del pm Matteo Centini sono finti anche messaggi con minacce di morte al padre della donna, il suocero dello stalker.
L'uomo ora non potrà più avvicinasi in alcun modo alla famiglia, pena un'eventuale misura cautelare ancor più restrittiva.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento