Cronaca Pontenure

Quattro etti di cocaina dietro le piastrelle, in manette due soldati del Genio Pontieri 

Blitz degli agenti della squadra mobile in un'abitazione di Pontenure. La droga, in casa di due fidanzati, avrebbe potuto fruttare oltre 30mila euro. Arrestato anche un civile

Gli agenti della squadra mobile di Piacenza hanno arrestato per detenzione di droga ai fini di spaccio un caporalmaggiore e una soldatessa in forze al Secondo Reggimento  Genio Pontieri di Piacenza. Si tratta di due fidanzati, F. A. di 34 anni, il maschio, e di G. A. di 24 la donna. Lei calabrese, lui pugliese. Gli agenti della mobile hanno anche arrestato un terzo uomo sempre pugliese, un civile, di 42 anni, F. M. I poliziotti hanno trovato nell’abitazione dove la coppia conviveva a Pontenure, ben nascosti dietro alle piastrelle del bagno, quattro etti di cocaina: un quantitativo che avrebbe potuto fruttare circa 32 mila euro alla vendita al dettaglio. Ora sono in carcere alle Novate su disposizione del pm Ornella Chicca. 

L'operazione, l'ultima per il dirigente della Mobile, Salvatore Blasco che lascia Piacenza, è scattata nella giornata del 18 maggio dopo giorni di pedinamenti effettuati anche con moto in borghese, i cosidetti "falchi". A seguito di molte segnalazioni dei cittadini i poliziotti hanno tenuto d'occhio gli spostamenti dei tre arrestati e giovedì li hanno fermati contemporaneamente: il 42enne lo hanno bloccato a bordo della sua Audi A1 in via Emmanueli in città. Ben nascosti in un vano creato ad hoc nella portiera del guidatore hanno trovato 4 grammi di coca pronti da spacciare e divisi in dosi e un mazzo di chiavi. I due soldati, i fidanzati, invece sono stati bloccati nell'abitazione dove convivevano a Pontenure. Nascosti dentro ad alcune mensole hanno trovato 1095 euro divisi in banconote di diverso taglio, mentre dietro le piastrelle del bagno 4 etti di cocaina, il cui "sasso" più grande pesava 2 etti, bilancini di precisione, materiale per il confezionamento. Nell'abitazione del 42enne invece gli agenti si sono trovati davanti a decine di scatole di  Kamagra (vietato in Italia, acquistabile on line), Sildenafil e e Cialis. Si tratta di medicinali per ottenere prestazioni sessuali eccellenti. Secondo gli inquirenti si tratta di spacciatori professionisti che sapevano come muoversi e avevano un discreto giro di clienti.  «Un episodio spiacevolissimo che non inficia in nessun modo la professionalità del Genio Pontieri che anzi, ha fornito la massima collaborazione nelle indagini», ha commentato, vistosamente dispiaciuto, il questore Salvatore Arena. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quattro etti di cocaina dietro le piastrelle, in manette due soldati del Genio Pontieri 

IlPiacenza è in caricamento