«Sono in ritardo perché ho perso il treno», 45enne arrestato per evasione

Il 21 febbraio i carabinieri lo avevano arrestato per evasione, il 23 aprile lo hanno fatto di nuovo. Protagonista un 45enne di Agazzano che ai domiciliari sta scontando una condanna per diversi furti

Immagine di repertorio

Il 21 febbraio i carabinieri lo avevano arrestato per evasione, il 23 aprile lo hanno fatto di nuovo. Protagonista un 45enne di Agazzano che ai domiciliari sta scontando una condanna per diversi furti. L'uomo, con un permesso del giudice di sorveglianza, era andato a trovare la figlia che abita a Perugia ma invece di rientrare la sera del 21 aprile è tornato il 23. Ai militari di Agazzano che lo hanno aspettato in stazione ha detto di aver perso il treno. E' stato arrestato e processato per direttissima. E' comparso in tribunale difeso dall'avvocato Guido Brigati, davanti al giudice Gianandre Bussi e al pm Monica Bubba. Il processo è stato rinviato a fine mese, e lui è stato rimesso ai domiciliari.  Il 21 febbraio i carabinieri della Valluretta lo avevano arrestato per evasione: invece di rientrare entro le 20 del giorno stabilito, era tornato il giorno dopo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento