Sorpreso a rubare in casa, patteggia un anno e finisce in cella

Lo straniero, un messicano di 33 anni, era stato arrestato dai carabinieri a San Nicolò. La complice era riuscita a fuggire gettandosi dal balcone

Repertorio

Ha patteggiato ed è finito in carcere il 33enne messicano arrestato dai carabinieri a San Nicolò, mentre stava svaligiando un appartamento. Il processo per direttissima si è concluso ieri mattina e il giudice Luca Milani ha accolto il patteggiamento tra accusa e difesa e disposto la custodia cautelare: un anno di reclusione, 250 euro di multa.

L’uomo, proveniente da Monza e con diversi precedenti penali, ai carabinieri che lo avevano arrestato aveva anche fornito un alias. La complice è sfuggita alla cattura lanciandosi dal balcone della casa, mentre lui è stato fermato e trovato in possesso di un borsone pieno di gioielli, indumenti, computer, videogiochi per un valore complessivo di qualche migliaia di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

Torna su
IlPiacenza è in caricamento