rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Contagi in crescita

«Sospensione reparti solo temporanea, serve personale per Usca e centri vaccinali»

Il dg di Ausl Baldino: «L’esplosione di contagi purtroppo non è destinata a diminuire nel breve periodo e si prevede il picco intorno al 15 gennaio con ulteriori incrementi la prossima settimana»

«L’esplosione di contagi purtroppo non è destinata a diminuire nel breve periodo e si prevede il picco intorno al 15 gennaio con ulteriori incrementi la prossima settimana». Se dal 27 dicembre al 2 gennaio i nuovi positivi al Covid-19 sono stati 2.291, con un aumento del 177 per cento rispetto alla settimana precedente, per il direttore generale di Ausl Luca Baldino quella dopo l’Epifania non sembra incoraggiante. Così l’azienda si vede costretta a spostare personale e sospendere momentaneamente le prestazioni di alcuni reparti.

«La situazione è critica – ha detto Baldino nel corso della conferenza stampa settimanale -, il numero dei positivi non si riflette proporzionalmente sui ricoveri che sono una settantina ma con l’aumentare dei contagi porterà ad un incremento anche dei pazienti nei reparti ed in terapia intensiva. Stiamo mettendo in atto azioni per modificare la struttura sanitaria in funzione dell’aumento dei numeri nei prossimi giorni». Da qui la conversione della geriatria a Piacenza in reparto Covid e la chiusura del pronto soccorso di Castelsangiovanni, il cui ospedale «è il secondo braccio nella chirurgia della provincia di Piacenza» deve essere «mantenuto pulito e non infetto per proseguire con l’attività programmata nelle sale operatorie».

Ma il tema non è soltanto quello della conversione di reparti specialistici in reparti Covid, ma anche quello della mancanza del personale che «non si riesce a reperire o che è in quarantena: occorrono sanitari per le Usca (stanno seguendo 2.753 pazienti, nda), i centri vaccinali e per le operazioni di contact tracing. Siamo in un contesto in cui la vera emergenza del Sistema Sanitario Nazionale è la carenza di medici ed infermieri e vanno fatte alcune operazioni di reperimento del personale. Tra queste l’accorpamento temporaneo della guardia medica di Ottone con quella di Bobbio e quella di Ferriere con Bettola».

E a proposito di tamponi e contact tracing Baldino ha spiegato: «Con i numeri di questi giorni è difficile fare migliaia di telefonate che sono al di sopra delle forze che abbiamo ma è così in tutta Italia. Per garantire una comunicazione veloce di inizio e fine quarantena abbiamo iniziato ad inviare un sms entro le 24 ore dall’esito del tampone. Arriverà un messaggio e non più una telefonata per la comunicazione del giorno e dell’ora dell’appuntamento per effettuare il tampone».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Sospensione reparti solo temporanea, serve personale per Usca e centri vaccinali»

IlPiacenza è in caricamento