Spaccio, accoltellamenti e rapine: «Arrestati due giovani violenti e senza scrupoli»

L'Arma e la polizia hanno arrestato i due 25enni marocchini pluripregiudicati e irregolari che un mese fa avevano accoltellato per due volte un connazionale. I due, l'estate scorsa, avevano anche rapinato e picchiato un altro straniero in via Dante. Il questore e il comandante provinciale dell'Arma: «Sono state tolte dalla circolazione due persone molto pericolose. Le risorse sono poche ma l'unione fa la forza. Facciamo il possibile per Piacenza»

I due arrestati

«Abbiamo l'obbligo morale di impedire che persone pericolose, violente e senza scrupoli, rimangano sul nostro territorio. Su di noi si può e si deve contare sempre perché siamo al servizio dei cittadini», a dirlo il questore Salvatore Arena insieme al comandante provinciale dell'Arma del carabinieri, il colonnello Corrado Scatarettico che insieme ai propri uomini hanno spiegato l'arresto di due giovani marocchini che si sono macchiati di molti reati. I due, entrambi 25enni pluripregiudicati e irregolari, la sera del 14 ottobre avevano rapinato e accoltellato un connazionale di 35 anni, anch'egli con precedenti e clandestino, davanti al bar Sport in via Alberoni. La vittima, con un amico, era stato medicato in pronto soccorso e aveva raccontato l'accaduto ai poliziotti della squadra volanti che avevano avviato immediatamente le indagini. Poche ore dopo, nella notte del 16 ottobre, il 35enne era stato nuovamente aggredito dai due 25enni prima in via San Siro e poi in via Capra. In questo caso erano intervenuti i carabinieri del Nucleo Radiomobile che avevano trovato il 35enne accoltellato sul Pubblico Passeggio. Gli aggressori, riconosciuti senza ombra di dubbio dalla vittima, pochi giorni dopo erano stati denunciati: addosso avevano ancora lo spary al peperoncino con il quale avevano stordito la vittima prima di accoltellarla. Il 10 novembre il gip Giuseppe Bersani, al termine delle indagini congiunte di carabinieri e polizia coordinate dal sostituto procuratore Antonio Colonna, ha emesso nei confronti dei marocchini due ordinanze di custodia cautelare in carcere per lesioni aggravate e rapina in concorso. Sono stati trovati uno in via Roma e uno via Torti dalla squadra mobile e dai carabinieri. Ora i due si trovano alle Novate. Il 18 luglio i due con altre tre persone, tra cui un minorenne e tutte denunciate dai carabinieri della stazione principale, avevano picchiato e rapinato un altro connazionale di 24 anni in via Dante. Gli avevano portato via circa 2mila euro. Non solo, uno dei due 25enni era stato era stato recentemente denunciato perché trovato con diversi grammi di hascisc a bordo della sua bicicletta: da Roncaglia, ogni giorno, veniva in città per spacciare.  Questi epidodi violenti, spiegano i carabinieri e la polizia, è altamente probabile che siano maturate nell'ambiente dello spaccio di droga e della deliquenza del Quartiere Roma.  «La perfetta sinergia e collaborazione tra Arma e polizia permette di fare un ottimo lavoro per la città. I nostri uomini lavorano insieme fianco a fianco sulla strada ogni giorno e mai si tirano indietro. Facciamo il possibile con quello che abbiamo a disposizione. Le risorse sono poche ma l'unione fa la forza» concludono il questore e il colonnello. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al fisco 5mila euro e lavoratori in nero ma in casa un tesoro da mezzo milione: ristoratori indagati

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

Torna su
IlPiacenza è in caricamento