Cronaca Centro Storico / Via Borghetto

«Spaccio per mantenere la mia famiglia», condannato a 4 anni di reclusione

E' stato condannato a 4 anni di reclusione il 38enne arrestato, lo scorso marzo, dalla polizia perché trovato in possesso di due etti e mezzo di hascisc

La questura di Piacenza

E’ stato condannato a 4 anni di reclusione il 38enne arrestato, lo scorso marzo, dalla polizia perché trovato in possesso di due etti e mezzo di hascisc. L’uomo, ai poliziotti, quando era stato arrestato, aveva detto di aver «bisogno di spacciare per mantenere mio figlio e pagare gli alimenti alla mia ex moglie».

Il piacentino, difeso dall’avvocato Mauro Pontini, era accusato di detenzione e spaccio di stupefacenti. Il 38enne, che ha ammesso le proprie responsabilità, ha scelto il rito abbreviato davanti al giudice per l’udienza preliminare Giuseppe Bersani. Il giudice ha accolto la richiesta di condanna del pubblico ministero Ornella Chicca. L’avvocato Pontini ha preannunciato il ricorso in Appello.

Dopo aver notato movimenti sospetti dell’uomo, la polizia lo aveva pedinato fino ad arrivare alla perquisizione della casa in cui viveva, in via Borghetto. E qui, gli investigatori della Squadra mobile, dopo averlo fermato mentre usciva con una dose di “fumo” in tasca, hanno trovato il resto dell’hascisc, due etti e 40 grammi. Inoltre, la polizia aveva trovato materiale per il confezionamento delle dosi e 400 euro in contanti. L’uomo, secondo le accuse, avrebbe gestito un giro di spaccio in piazza Cittadella e fra i suoi clienti c’erano numerosi ragazzi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Spaccio per mantenere la mia famiglia», condannato a 4 anni di reclusione

IlPiacenza è in caricamento