«Spaccio hascisc per pagare le bollette e l'affitto di casa», arrestato 32enne

«Spaccio hascisc per pagare le bollette e l'affitto di casa». Ha ammesso subito le sue responsabilità il 32enne di Cortemaggiore che la sera del 28 luglio è stato arrestato a Piacenza dai carabinieri di Bobbio. In auto aveva un panetto di "fumo" da un etto

La droga sequestrata

"Spaccio hascisc per pagare le bollette e l'affitto di casa". Ha ammesso subito le sue responsabilità il 32enne di Cortemaggiore che la sera del 28 luglio è stato arrestato a Piacenza dai carabinieri di Bobbio. Era in auto con un amico, risultato però estraneo ai fatti, e aveva con sé un panetto di hascisc da un etto. Non solo, in casa sua a Corte, durante la perquisizione, i militari hanno trovato altra droga suddivisa in dosi e il materiale per il confezionamento insieme al bilancino di precisione. Il 32enne, incensurato,  attualmente si trova agli arresti domiciliari in attesa del processo per direttissima. 

A notare il 32enne e l'amico mentre facevano rifornimento alla loro auto sulla via Emilia a San Lazzaro è stata una pattuglia dei carabinieri. Notando la gazzella però i due si sono traditi nell'atteggiamento, salendo di corsa sulla Fiat Punto e ripartendo di corsa prima di aver finito il rifornimento. Questo ha insospettito i carabinieri che poco dopo hanno bloccato la vettura. È così che nella portiera del passeggero, dove era seduto il piacentino, è saltato fuori il panetto di fumo. I carabinieri di Bobbio spiegano che a questo punto il ragazzo ha subito ammesso le sue responsabilità, affermando di aver appena acquistato lo stupefacente da rivendere al dettaglio per potersi mantenere. I carabinieri ovviamente hanno anche perquisito casa sua trovando altre 24 dosi di hascisc già confezionate e tutto il resto del materiale.

carabinieri droga-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • «Disobbedire e aprire i locali? Non ha senso. La vera protesta sarebbe chiuderli: stop a delivery e asporto»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento