Cronaca

Spaccio nei campi, condannati due falsi carabinieri

La coppia era accusata di aver rapinato alcuni pusher marocchini che vendevano droga nei campi tra Sarmato e Castelsangiovanni

Immagine di repertorio

Dopo le pesanti condanne alla gang di spacciatori nei campi tra Sarmato e Castelsangiovanni, sono arrivate anche le sentenze degli ultimi due imputati che avevano agito a margine della vicenda: i due - che hanno scelto il rito abbreviato (prevede lo sconto di un terzo della pena) - con altre due persone per cui è in corso un processo davanti ai giudici del Collegio, erano stati accusati di aver rapinato alcuni pusher magrebini spacciandosi per carabinieri. Il giudice per l’udienza preliminare, Luca Milani, ha condannato Cosimo Romano a 4 anni e 8 mesi (difeso dall’avvocato Andrea Bazzani) e Costantino Bozzini a 4 anni e due mesi, come chiesto dal pubblico ministero Matteo Centini La coppia era accusata di rapina e uso di documenti falsi. Entrambi, invece, sono stati assolti dal reato di porto e detenzione di armi. Le difese stanno valutando il ricorso in Appello. L’11 febbraio, erano state condannate 12 persone per un totale di 40 anni di carcere. La gang fu messa al tappeto, nell’aprile del 2018, dai carabinieri dell'Aliquota Operativa del Norm, coordinati dal pm Centini che aveva ipotizzato l’associazione per delinquere finalizzata allo spaccio. Dalle intercettazioni, i carabinieri avevano scoperto che alcune persone spacciandosi per militari dell’Arma avevano rapinato alcuni pusher. Le indagini avevano permesso di risalire alla banda. Per altre due persone, che hanno scelto il rito ordinario, il pm Centini ha chiesto la condanna 10 anni. Nel processo ha parlato solo uno degli avvocati difensori dei due e si è in attesa della seconda arringa. Poi, i giudici emetteranno la sentenza. La gang di marocchini, provenienti dal Milanese, gestiva un market dello spaccio a cielo aperto in cui andavano a rifornirsi centinaia di clienti. In tre mesi, i carabinieri avevano documentato oltre 1.200 cessioni di droga, tra eroina, cocaina e hascisc. Un business di 10mila euro a settimana, per un totale di oltre mezzo milione l’anno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio nei campi, condannati due falsi carabinieri

IlPiacenza è in caricamento