Sparò in un bar e maltrattò la fidanzata, condannato a quattro anni e due mesi

La sentenza è stata emessa dal giudice per l’udienza preliminare Adele Savastano. Il pm Ornella Chicca aveva chiesto 4 anni e sei mesi. E' stata, inoltre, riconosciuta una provvisionale di 5mila euro alla ex fidanzata del giovane, che si è costituita parte civile

E’ stato condannato a quattro anni e due mesi di reclusione, oltre a 3mila euro di multa e l’interdizione dai pubblici uffici, Tommaso Falchi, il 21 enne accusato di detenzione e porto abusivo d'arma da fuoco, esplosioni pericolose, ricettazione (di carte di credito), danneggiamento aggravato, detenzione abusiva di munizionamento, appropriazione indebita, maltrattamenti, minacce aggravate. La sentenza è stata emessa dal giudice per l’udienza preliminare Adele Savastano. Il pm Ornella Chicca aveva chiesto 4 anni e sei mesi.

Schermata 2017-11-03 alle 18.29.23-2E’ stata, inoltre, riconosciuta una provvisionale di 5mila euro alla ex fidanzata del giovane, che si è costituita parte civile con l’avvocato Mara Tutone. I difensori del ragazzo, gli avvocati Alida Liardo e Paolo Lentini, hanno detto che ricorreranno in appello dopo aver letto le motivazioni della sentenza. I difensori avevano chiesto l’assoluzione per una serie di reati che erano stati contestati: ricettazione, maltrattamenti, appropriazione indebita e minacce.

Falchi, tuttora in carcere, era stato arrestato dai carabinieri dell'Aliquota Operativa di Fiorenzuola e della stazione di Carpaneto, alla fine di marzo. Secondo le indagini dei militari e della procura avrebbe esploso tre colpi di pistola in una bar di Cadeo, in compagnia di tre amici, lo scorso gennaio. L’inchiesta aveva poi portato alla luce maltrattamenti verso la fidanzata, cartucce e carte di credito rubate. Un comportamento aggressivo, dovuto all’uso di cocaina (di cui faceva uso anche la ex fidanzata). Un atteggiamento spavaldo, che era emerso anche dai messaggi ritrovati dai carabinieri sugli smartphone dei ragazzi coinvolti nell’indagine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

Torna su
IlPiacenza è in caricamento