menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spazio 4, in programma ancora sei serate di eventi musicali

Al centro aggregativo comunale Spazio4 di via Manzoni continua e si arricchisce la nuova stagione estiva di concerti ed eventi musicali ad ingresso libero e gratuito

Al centro aggregativo comunale Spazio4 di via Manzoni continua e si arricchisce la nuova stagione estiva di concerti ed eventi musicali ad ingresso libero e gratuito, il tutto all'insegna delle migliori produzioni originali e indipendenti in arrivo dall'Italia, dall'Europa, dal mondo e, ovviamente, anche dal nostro territorio.

Sei le serate che separano Spazio4 dalla fine di questa 8° stagione estiva di concerti. Venerdì 17 luglio (coi piacentini Vox Folla, Mikeless full-band e Maudì della Oligoro Crew). Mercoledì 22 luglio (coi cambogiani Cambodian Space Project e i norvegesi Death By Unga Bunga). Sabato 25 luglio (con i veneti Universal Sex Arena e i piacentini Le sacerdotesse dell'isola del piacere e i Maladissa per l'evento "Orzorock city night"). Mercoledì 29 luglio (coi norvegesi The Yum Yums e gli spagnoli Trash Tornados). Venerdì 31 luglio e sabato 1° agosto con la terza edizione del micro-festival di musica elettronica contemporanea "Smash your brain" (tra i live: gli ospiti veneti Waterproof, che offriranno anche un'inedita occasione formativa pomeridiana per apprendere i rudimenti di uno strumento a fiato particolare come il didjeridoo, e i piacentini Cubedivision). 

L'Arci provinciale di Piacenza, soggetto gestore responsabile di Spazio4, sotto l'egida del Comune di Piacenza, allarga il raggio delle collaborazioni e amplia il calendario per rispondere ad una richiesta di spazi espressivi e di incontro, ovviamente attorno al legante culturale che è la musica. Una domanda che in queste ultime settimane si è levata sia da parte dei fruitori dello spazio che da parte di artisti locali e non, alla cui selezione e organizzazione ha continuato a lavorare l'associazione "Children in Time" dell'Arci live club "Sound Bonico", cui si sono affiancati l'associazione "Orzorock" per la serata di sabato 25 luglio e la start-up "Leto", sgorgata dal recente bando comunale "Giovani idee d'impresa", per quanto riguarda il micro-festival di venerdì 31 luglio e sabato 1° agosto.    

Si conferma dunque il carattere "di passaggio" di questa stagione all'insegna delle sinergie, che vede unite alcune realtà piacentine che da anni dedicano le proprie energie allo sviluppo e alla crescita della musica indipendente sul nostro territorio. La missione è quella di continuare a far vivere uno spazio che in questi sette anni è diventato un luogo necessario, amato e frequentato regolarmente da centinaia di persone di ogni età ed estrazione - un pubblico e un'utenza trasversale e intergenerazionale - uno spazio prezioso di incontro e socializzazione, di divertimento e di crescita culturale a cui la città non vuole, non può e non deve rinunciare.

NEW ENTRY > VENERDI 17 LUGLIO

Vox Folla + Mikeless full band + Maudì from Oligoro Crew

Appuntamento all'insegna del crossover, della contaminazione e della fusione tra generi e generazioni, tutta giocata su proposte musicali piacentine.

Alla testa della serata, i Vox Folla, ovvero gli ex Jack Folla, tra le formazioni più in vista e più detonanti della Piacenza che suona. Hanno dovuto cambiare nome poche settimane fa, e durante il concerto ci racconteranno il perché. Rimbalzati in questi anni sui palchi di alcuni festival, locali, pub e club più importanti della zona e del Nord Italia, hanno trovato nell'ultima, attuale formazione, un fulcro stabile, il baricentro perfetto del loro crossover che fonde la lezione degli anni '90 e dei primi 2000 (Rage Against The Machine, Limp Bizkit, Incubus, Linkin Park, Red hot chili Peppers) alle tendenze più in voga del momento, l'irruenza dell'hip-hop alla melodia, attraverso una produzione in italiano scritta a regola d'arte e vissuta sul palco con potenza e convinzione da vendere.

In apertura, l'eclettico Mikeless, il folletto polistrumentista del cantautorato nostrano - l'Alex Britti piacentino, come si è detto qualche volta - non nella sua più nota versione solitaria in veste di one-man-band ma con la nuova, recentissima formazione al completo, con Nino Rivoli al basso, Riccardo Dallagiovanna alla batteria e Pietro Beltrami alle tastiere. Musica d'autore, matura, suonata bene, piena di cuore, di guizzi e passione. Pop, funky e blues, le sfaccettature del rock e molte altre contaminazioni, dal reggae al beat-box, dalla psichedelia al trip-hop. Al centro del concerto, i brani del nuovissimo album "Il maniaco" prodotto dall'etichetta piacentina Orzorock Music.

A far da contorno, prima e dopo i concerti, saranno le scorribande in console di Walter "Maudì" Piccolo, nuova, agguerrita leva del galoppante panorama hip-hop nostrano, direttore creativo della Oligoro Crew, producer e beat-maker del duo Beat!Dash.

MERCOLEDI 22 LUGLIO per i mercoledì internazionali curati dall'Arci Sound Bonico:

- THE CAMBODIAN SPACE PROJECT

Dalla Cambogia: indie / lo-fi / psych-pop

- DEATH BY UNGA BUNGA

Dalla Norvegia: garage / rhythm'n'blues

SABATO 25 LUGLIO ORZOROCK CITY NIGHT      

Universal Sex Arena + Le Sacerdotesse dell'isola del Piacere + Maladissa

E' il colpo di coda urbano della fortunata, 18° edizione dello storico Orzorock Festival appena trascorso a Gragnano. Una coda del festival che invade la città proponendo alcune autentiche primizie. Ospiti d'onore, gli Universal Sex Arena, sestetto veneto in bilico tra punk-funk e psych-rock, inedita formazione con due batterie. Sono uno dei fiori all'occhiello de La Tempesta, tra le etichette indipendenti più interessanti e più quotate del panorama nazionale. Un sound spiccatamente americano che unisce il punk al soul, l'afro-funk all'elettronica, il moderno al retrò, il graffio aggressivo alla raffinatezza. Un pastiche che promette di lasciare a bocca aperta. 

Gradito e atteso ritorno "in patria" per i piacentini Le Sacerdotesse dell'isola del Piacere, segnalati negli ultimi mesi come una delle eccellenze del rock emergente italiano. Questo grazie al chiacchieratissimo album d'esordio ufficiale "Tutto". Il trio, da poco divenuto quartetto stabile con l'ingresso di Federico "An Harbor" Pagani, è stato segnalato su diversi siti specializzati tra i migliori del 2014 nel circuito indipendente nazionale. E il loro post-punk minimale, ermetico e nostalgico, ha fatto breccia fin giù nelle ossa di migliaia di persone.

Apertura destinata a sorprendere, il concerto dei Maladissa, nell'orbita dell'etichetta Orzorock Music e ora richiestissimi in città e provincia dopo lo "svezzamento" all'ultimo Cuncertass del Primo Maggio e la bella prova all'Orzorock dello scorso weekend in versione full-band. Nascono come duo formato dalle menti, voci, chitarra e flauto di Alessandro Colpani e Mirko Mariani, ma in gruppo (con Michele Barbieri alla batteria, Simone Napolitano alla chitarra e Lorenzo Moretto al basso) aggiungono alle tessiture polifoniche delle loro brillanti e originalissime canzoni in italiano un'energia da rocker consumati.

MERCOLEDI 29 LUGLIO per i mercoledì internazionali curati dall'Arci Sound Bonico:

- THE YUM YUMS

Dalla Norvegia: power-pop/punk

- TRASH TORNADOS

Dalla Spagna: rock'n'roll / rock'a'billy

NEW ENTRY > VENERDI 31 LUGLIO + SABATO 1° AGOSTO

SMASH YOUR BRAIN MINI-FESTIVAL

Due serate all'insegna dell'elettronica suonata, un programma ancora in via di definizione con inediti ospiti forestieri e il meglio di quanto ha da offrire il panorama underground nostrano. "Smash your brain" dà titolo ad una lunga saga cangiante e polimorfa iniziata proprio a Spazio4 due anni fa, poi proseguita in molteplici episodi, tra i quali tre sabati a fila realizzati sempre a Spazio4 l'estate scorsa. L'idea è ancora quella di un mini-festival che unisca, sotto lo stesso cappello, anime, gusti, movimenti diversi, uniti dalla stessa passione per le sonorità digitali più innovative della nostra epoca.

La chicca di venerdì 31 sarà il concerto dei veneti Waterproof, incredibile quartetto in arrivo da Venezia che produce drum'n'bass e jungle interamente suonata con uno spiccato gusto per l'improvvisazione, uno spirito da jam-session jazz. Un combo che riunisce sintetizzatori elettronici, contrabbasso, basso elettrico, effetti, batteria, percussioni e tutta la forza ancestrale del didjeridoo, magico strumento a fiato della tradizione aborigena australiana. Per tutti i "fiatisti", inclusi saxofonisti, trombettisti, appassionati dello strumento o musicisti curiosi di cimentarsi in una nuova impresa, i ragazzi terranno un laboratorio pomeridiano dedicato ai rudimenti dello strumento. Per informazioni ed iscrizioni rivolgersi alla mail francescogibaldi@gmail.com.

A far da contorno, prima e dopo il concerto, il live-set curato dalla piacentina Little Miss Sunshine (adorabili andature reggae) e dal Dj Scarecrow con il visual-artist Igino_Sottovuoto alle proiezioni, una coppia rodatissima, tra i più longevi "agitatori" del movimento drum'n'bass di Piacenza e del Nord Italia.

Sabato 1° agosto avrà il suo punto d'eccellenza nel live-set del duo piacentino Cubedivision, formato dal grafico, artista, dj e producer Max Araldi e dal batterista Federico Rivoli. Un'autentica eccellenza underground nostrana che vede da diversi mesi uniti due talenti della "vecchia scuola" in un progetto innovativo in continua mutazione, tra ricerca elettronica e video-arte. La dubstep incontra dimensioni ancestrali e fluttuanti ambient, affoga in scenari sonori dark, percussivi, echi di suoni analogici e musica da film, il tutto filtrato attraverso un background musicale che spazia dall'hip-hop americano della golden age alla letteratura della Beat Generation, dal cinema di Cronenberg alla controcultura militante.

La "line-up" di questa seconda serata è ancora in via di definizione e vedrà schierati alcuni altri tra i più interessanti e attivi protagonisti della scena elettronica nostrana, e non solo.       

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento