In tre per vendicare la tentata violenza all'amica

Un italiano accusato di aver cercato di violentare una ragazza e tre marocchini, accorsi in difesa della giovane, indagati per lesioni e danneggiamento

Un italiano accusato di aver cercato di violentare una ragazza e tre marocchini, accorsi in difesa della giovane, indagati per lesioni e danneggiamento. Potrebbero presto finire tutti a giudizio i quattro uomini protagonisti di una notte burrascosa la scorsa estate. La procura, infatti, ha chiuso le indagini e si appresta a chiedere il rinvio a giudizio.

Un uomo di 34 anni, che deve rispondere di tentata violenza sessuale nei confronti di una giovane piacentina, asserragliato in un chiosco - dove lavora, e che si trova in periferia - a sua volta assediato da tre marocchini, di età compresa fra i 33 e i 37 anni, che volevano vendicare la giovane. Gli immigrati e la piacentina, che si conoscono e sono amici, si erano incontrati in un bar. Il gruppo raggiunge poi un chiosco. Rimasta senza sigarette, la ragazza sarebbe andata a comprarle con il 34enne. L’uomo, però, in auto avrebbe cercato di costringere la ragazza a un rapporto.

Tornati al chiosco, la giovane è apparsa scossa e ha raccontato ai marocchini che cosa sarebbe accaduto. I tre si sono scagliati contro il 34enne (armato di coltello) che si è rifugiato nel chiosco, bersagliato con sassi e bottiglie lanciate dai tre marocchini. Al termine, l’arrivo dei carabinieri e le denunce per i quattro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, lotta al contagio: nel Piacentino scuole chiuse e San Damiano per la quarantena

  • Coronavirus: il 38enne contagiato in contatto con un manager di Fiorenzuola, isolato a Milano. Chiusa la ditta Mae

  • Emergenza coronavirus, decisa la chiusura di tutte le discoteche e locali di intrattenimento

  • «A Piacenza nessun caso di Coronavirus. Piacentini stiano tranquilli, a breve un numero dedicato all'emergenza»

  • «Due nuovi casi positivi all'ospedale di Piacenza: contagiati dal focolaio lombardo»

  • Coronavirus, ricoverato l'infermiere di Codogno che era venuto in contatto con il 38enne contagiato

Torna su
IlPiacenza è in caricamento