Spilla 20mila euro alla vicina 90enne e si fa le vacanze in Romagna, arrestata

In manette una 48enne romena che in tre mesi si è fatta consegnare dalla vicina di casa 90enne circa 20mila euro. Si era inventata problemi economici e di salute ma con i soldi ricevuti si comprava accessori firmati e si faceva le vacanze in Romagna. Le indagini sono state condotte dalla Squadra Mobile

Il sostituto procuratore Roberto Fontana e il dirigente della Squadra Mobile Salvatore Blasco

Le ha prosciugato il conto corrente inventandosi il marito malato e grossi problemi economici. Al termine delle indagini della Squadra Mobile coordinate dal sostituto procuratore Roberto Fontana, una 48enne romena è finita in manette con l'accusa di circonvenzione di incapace. Gli uomini di Salvatore Blasco hanno iniziato ad indagare dopo la segnalazione di una situazione sospetta che riguardava una piacentina 90enne che in pochi mesi aveva ritirato dal suo conto corrente ingenti somme di denaro. Appostamenti, intercettazioni e pedinamenti hanno alzato il velo su un vero e proprio piano criminale che la romena aveva architettato nei confronti della vicina di casa. Entrambe abitano in una palazzina nella zona di via Dante in città. La straniera ha conquistato, nei mesi, la fiducia dell'anziana, si è finta amica e dopo essersi inventata che il marito aveva grossi problemi di salute si è fatta consegnare in tre mesi, da aprile a giugno 2016, circa 20mila euro, ma gli inquirenti sospettano che la somma possa essere anche più alta. Facendo leva sulla buona fede della 90enne che vive sola e attuando una vera e propria sudditanza psicologica ben consapevole che, per l'età avanzata, la donna perdesse qualche colpo, è riuscita a spillare migliaia di euro alla vittima.

L'aiutava in qualche faccenda domestica e si offriva di accompagnarla in banca per farle ritirare i soldi con i quali si comprava borsette griffate, smartphone di ultima generazione e si pagava vacanze a Riccione. Gli inquirenti sospettano che il marito della donna, che non risulta indagato, giovasse in qualche modo dell'attività illecita della consorte.  Questo arresto si inserisce nel quadro più ampio del contrasto alle truffe agli anziani che nel nostro territorio sono all'ordine del giorno. «Per procedere basta anche una segnalazione, poi ci pensiamo noi a verificare ed eventualmente indagare. Noi ci siamo, siamo pronti ad aiutare», spiega il dirigente della Mobile Salvatore Blasco. Nell'ultimo anno tantissimi gli episodi che testimoniano come gli anziani in città e provincia siano nel mirino di persone senza scrupoli che li hanno portati sul lastrico. Si tratta di truffe fulminee di finti appartenenti alle forze dell'ordine o di falsi tecnici di gas, luce e acqua e di raggiri più complessi che si trascinanano nel tempo. In entrambe le modalità si fa leva sulla buona fede delle persone anziane e sulla limitata capacità di reazione e comprensione dovuta all'età avanzata. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...



 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Come non sporcare la mascherina con il trucco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento