rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

Spillò 20mila euro alla vicina 90enne, romena patteggia due anni

Ha patteggiato 2 anni di reclusione la romena accusata di circonvenzione di incapace, per essersi fatta consegnare, da un’anziana 90enne, 20mila euro, denaro poi speso in vacanze, borse griffate e smartphone

Ha patteggiato 2 anni di reclusione la romena accusata di circonvenzione di incapace, per essersi fatta consegnare, da un’anziana 90enne, 20mila euro, denaro poi speso in vacanze, borse griffate e smartphone. L’udienza si è tenuta nella mattinata del 12 aprile, davanti al giudice per l’udienza preliminare Giuseppe Bersani, pm Roberto Fontana. La 49enne R. S., residente in città nella zona di viale Dante, era finita nel mirino della procura, dopo che la nipote dell’anziana aveva denunciato il fatto alla polizia nel luglio dello scorso anno. Le indagini della Squadra Mobile avevano appurato che in tre mesi, da aprile a giugno 2016, erano spariti dal conto della anziana vicina di casa oltre 20mila euro. Appostamenti, intercettazioni e pedinamenti avevano alzato il velo su un piano criminale che la romena aveva architettato nei confronti della 90enne. Dopo essersi conquistata la fiducia, la romena le aveva raccontato che il marito aveva seri problemi di salute. Impietosita, l’anziana aveva allora cominciato a ritirare somme di denaro dal proprio conto per consegnarle alla donna. La romena avrebbe anche svolto qualche piccolo lavoretto per la donna, sempre nell’intento di mantenere alta la fiducia nei propri confronti. I soldi non servivano per le cure del marito (un italiano) ma venivano spesi in borse griffate, smartphone di ultima generazione e vacanze a Riccione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spillò 20mila euro alla vicina 90enne, romena patteggia due anni

IlPiacenza è in caricamento