rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca Cadeo

«Spostamenti non protetti per andare al lavoro», risarcimento per il tecnico rapito in Libia nel 2014

Marco Vallisa, tecnico 60enne di Cadeo, ora è creditore per 180mila euro dell'azienda fallita. A stabilirlo è una sentenza emessa dal tribunale civile di Modena: L'uomo avrebbe riportato, a seguito del sequestro ad opera di quattro uomini armati, durato quattro mesi, danni fisici e stress post-traumatico permanente

Rapito in Libia nel 2014 insieme a due colleghi e poi liberato, il tecnico 60enne di Cadeo, Marco Vallisa, ora diventa creditore privilegiato con un risarcimento da 180mila euro nei confronti dell'azienda per cui lavorava all'epoca dei fatti, la Piacentini Costruzioni di Modena, che nel frattempo e' fallita. A stabilirlo e' una sentenza emessa dal tribunale civile di Modena, come riporta la Gazzetta di Modena, nella quale viene evidenziato come i dipendenti dell'azienda non fossero protetti mentre si spostavano in auto o restavano all'interno dei loro alloggi. L'uomo avrebbe riportato, a seguito del sequestro ad opera di quattro uomini armati, durato quattro mesi, danni fisici e stress post-traumatico permanente. (ANSA)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Spostamenti non protetti per andare al lavoro», risarcimento per il tecnico rapito in Libia nel 2014

IlPiacenza è in caricamento