menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sputa addosso alle guardie giurate, appicca un incendio e dà una testata ad un poliziotto: arrestato

Arrestato un romeno e denunciato un bielorusso che nel giubbotto aveva due bocce da bocciofila. In questura si sono poi slacciati i pantaloni e hanno urinato sul pavimento

Ha minacciato, insultato e sputato addosso a due guardie giurate di Metronotte Piacenza, poi con un amico ha appiccato un piccolo incendio e infine ha aggredito i poliziotti delle volanti colpendo un agente con una testata. Per concludere la serata entrambi gli amici hanno anche urinato nella stanza dei fermati in questura. E' finita così la nottata di due stranieri, un romeno di 24 anni e un bielorusso di 21 anni. Il primo (con precedenti penali per furto e droga) è stato arrestato per lesioni aggravate e resistenza a pubblico ufficiale, l'altro (anch'egli noto alle forze dell'ordine) è stato denunciato per resistenza e per porto abusivo di oggetti atti all'offesa: nel giubotto aveva due bocce da bocciodrono da 9 etti l'una. 

Tutto è iniziato alle 2 di notte del 4 marzo. I due camminavano in piazza Sant'Antonino quando alla vista delle pattuglie di Metronotte Piacenza si sono sbracciati, le guardie pensando che stessero chiedendo aiuto si sono fermati e avvicinati ma i due per tutta risposta hanno cominciato ad insultarli, minacciarli e infine gli hanno sputato addosso, poi si sono allontanati verso via Scalabrini. Le guardie li hanno seguiti, nel frattempo erano state allertate le volanti. Una volta arrivati in via dei Pisoni, dietro la biglietteria di Seta nel piazzale dell'autostazione hanno appiccato un piccolo incendio. Quando sono arrivate le volanti della polizia i due amici li hanno aggrediti e il romeno ne ha colpito uno con una testata (5 giorni di prognosi e due punti di sutura). Non senza fatica sono stati caricati in auto e portati in questura e messi, come da prassi, nella stanza delle persone fermate e lì come se nulla fosse i due si sono slacciati i pantaloni e hanno urinato sul pavimento. E' stato processato per direttissima, l'arresto è stato convalidato e il legale ha chiesto i termini a difesa e il processo è stato rinviato. Nel frattempo il giudice ha disposto per lo straniero l'obbligo di dimora. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Il giardino di via Negri è un ritrovo di spacciatori»

Attualità

Usb: «Non saremo con i Si Cobas davanti alla Cgil»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento